| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Domenica 26 Settenbre 2021




Primo piano

Nasce Oltre: il giornale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

oltreUn periodo peggiore, non lo ricordiamo. Immaginiamo come la Pandemia si sia abbattuta ancora più pesantemente su ciechi e ipovedenti per i quali il tatto, così mortificato e pericoloso adesso, è un senso fondamentale. Per questo la Sezione di Napoli dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti non si è mai fermata nell’offrire supporto e servizi ai suoi assistiti. Anzi è andata “Oltre” creando un giornale on line dedicato.

Leggi tutto...

A Napoli la prima Casa del Rider d’Italia: ecco come funzionerà

coverNasce a Napoli, all’interno della Galleria Principe presso la Bicycle House, la prima Casa del Rider in Italia. Si tratta del primo progetto del genere a livello nazionale e vede coinvolti l’Inail – Direzione regionale Campania, la Nidil Cgil Napoli e l’associazione Napoli Pedala, con il patrocinio morale della Presidenza della Camera dei Deputati e del Comune di Napoli.

Leggi tutto...

La Neapolis e il triangolo dell’accoglienza

Come ripartire dal turismo nel Centro Antico? Raffaele e Marco Iovinesono due imprenditori napoletani che non si sono arresi davanti alla Pandemia e hanno continuato ad investire in progetti turistici connessi al recupero dei monumenti e la riqualificazione degli spazi urbani della Neapolis. 

Leggi tutto...

Dl Sostegni: focus sulla lotta alla povertà

famiglie sostegniIl dl “Misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19” è una risposta significativa e molto consistente alle povertà e alle imprese, è una risposta parziale, ma è il massimo che abbiamo potuto fare" ha sottolineato il premier Mario Draghi nel presentare il dl Sostegni approvato il 19 marzo. Vediamo in dettaglio le misure per le famiglie e i lavoratori.

Leggi tutto...

Welfare, che impresa! Al via il bando

fathers day 2135265 960 720Al via la quinta edizione di “Welfare, che impresa!”, il bando per progetti di welfare ad alto potenziale di impatto sociale, economico e ambientale, promosso da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Bracco, Fondazione Snam, Fondazione CON IL SUD, Fondazione Peppino Vismara e UBI Banca, con il contributo di AICCON, Fondazione Politecnico di Milano – Tiresia, Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore e Impacton e degli incubatori PoliHub, SocialFare, Hubble Acceleration Program, G-Factor; a|cube e Campania NewSteel.

Leggi tutto...

Non chiamatelo Amore

La scrittrice Francesca Gerla ricorda Ornella Pinto 

Ornella PintoOrnella Pinto era un’insegnante bella, solare, apparentemente serena e non aveva ancora 40 anni. È stata uccisa, le è stata tolta la libertà di vivere, come fosse un oggetto le sono state inferte 12 pugnalate dal suo ex compagno Pinotto Iacomino davanti agli occhi del figlio di 4 anni.

Leggi tutto...

Covid-19, l’impatto psicologico su pazienti oncologici e caregiver

women friends 1577910 960 720A un anno dal primo lockdown e dopo lunghi mesi di emergenza sanitaria e chiusure a singhiozzo, ci troviamo ad affrontare quella che sembra essere la terza ondata. Una situazione che mette a dura prova tutti, dal punto di vista sociale, economico ed emotivo. Ma che cosa significa tutto questo, a livello psicologico, per una famiglia con malato oncologico? Qual è stato l’impatto della pandemia e del lockdown su queste persone? Fondazione ANT, con il suo gruppo di psico-oncologi, ha condotto uno studio sull’impatto psicologico dell’epidemia su pazienti in assistenza e sui loro familiari.

Leggi tutto...

L’Otto tutti i giorni

Oggi il Consiglio Comunale è dedicato alle donne

La lotta per la libertàOggi il consiglio comunale di Napoli è dedicato alle donne per restituire visibilità alla questione di genere.  Questo è fondamentale in un momento storico in cui le donne hanno maggiormente subito l’invisibilità e gli effetti nefasti legati alla Pandemia. Ne parliamo con Chiara Guida, consigliera comunale che ha richiesto il consiglio monotematico.

Leggi tutto...

Riapriamo i luoghi dell’anima

Facciamo luce sul teatroA un anno giusto dalla chiusura i teatri si sono illuminati il 22 febbraio. Anche a Napoli, come in una sorta di via crucis, i cittadini hanno compiuto il percorso nelle varie stazioni serrate dalla pandemia per la manifestazione “Facciamo luce sul teatro”. Intanto con la zona arancione le mostre e i musei si sono fermati di nuovo. La riapertura dei luoghi di arte e cultura è più che mai possibile e necessaria.

Leggi tutto...

Facciamo luce sul Teatro!

teatri vuotiI teatri al nord hanno chiuso il primo lunedì di marzo 2020, a Napoli il martedì, per riaprire solo pochissimi giorni durante lo scorso anno. Ora sono chiusi da 100 giorni di filata. Ecco che sempre di lunedì, 22 febbraio 2021, stasera, dalle 19.30 alle 21.30 tutti i teatri italiani apriranno simbolicamente illuminandosi in nome delle migliaia di artisti, tecnici e maestranze senza lavoro e con le stagioni bloccate. L’iniziativa è promossa da U.n.i.t.a, (Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo) e dai sindacati uniti CGIL, CISL e UIL ed hanno aderito tantissimi teatri campani.

Leggi tutto...

Cultura: le richieste di 12 città per ripartire dopo la pandemia

bust 5524961 960 720La riapertura in sicurezza di musei ed altri luoghi di cultura, secondo un protocollo unico, e un fondo specifico destinato alla ripartenza del comparto culturale. Queste alcune delle richieste presentate dagli assessori alla Cultura di 12 grandi città italiane, a un anno dalla pandemia, per sostenere quegli ecosistemi culturali urbani – che loro conoscono molto bene - resi fragili da mesi di emergenza sanitaria e di incertezza.

Leggi tutto...

Le arance del Bosco di Capodimonte donate alle famiglie in difficoltà

coverFiniranno sulle tavole delle famiglie disagiate e di quelle persone che più hanno pagato e stanno pagando le conseguenze economiche della pandemia da Coronavirus le arance e i mandarini del Giardino Torre del Real Bosco di Capodimonte, il frutteto delle delizie della famiglia reale e l'ultimo giardino produttivo rimasto attivo, uno scrigno di biodiversità prossimo alla riapertura al pubblico. I volontari di Emergency, insieme agli operai della ditta Euphorbia che si occupa della cura del verde nel Real Bosco, hanno raccolto gli agrumi per donarli al progetto “Nessuno escluso” nella città di Napoli. 

Leggi tutto...

Contro la povertà educativa arriva l’affido culturale

Affido CulturaleHanno aderito già le prime 30 famiglie napoletane al progetto nazionale “AC - Affido Culturale” - selezionato da Con I Bambini nell'ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile - che coinvolge, oltre al capoluogo campano, anche le città di Bari, Modena e Roma.

Leggi tutto...

Basta cancellare l’immagine della camorra?

Ne parliamo con Silvia Ricciardi, responsabile delle comunità di recupero di ragazzi di area penale

murales cancellatoLa questione dei murales dei figli della camorra uccisi dalle forze dell’ordine è emblematica non solo perché ci evidenzia, ci mette sotto gli occhi quella realtà parallela alle nostre vite normali (scandite dalle norme) ma perché fa riflettere proprio sullo sguardo interno ed esterno al sistema, in particolare sullo sguardo dei ragazzi che del sistema fanno parte. Silvia Ricciardi responsabile dell'associazione Jonathan Onlus ci racconta come gli ospiti delle comunità di recupero di area penale che gestisce insieme ad Enzo Morgera percepiscono gli “altari votivi” alzati in ricordo dei loro coetanei.

Leggi tutto...

Salviamo Villa Tropeano: l’appello del Comitato di cittadini di Napoli Est

villa tropeanoUn tempo era un simbolo della storia di Napoli e un’eccellenza campana, oggi versa in uno stato di totale degrado e abbandono. Villa Tropeano, sita in via De Meis, al confine tra il quartiere di Ponticelli e il comune di Cercola, rappresenta una delle tante scommesse mancate del nostro territorio: struttura immensa, circondata da un enorme e bellissimo giardino, venne chiamata così perché nel 1928 fu trasformata in un istituto medico dall’illustre Giuseppe Tropeano, pioniere della Medicina Sociale, storico fondatore del Pausilipon.

Leggi tutto...

Un polmone verde nella periferia est di Napoli

coverUn piccolo polmone verde nascerà nella periferia est di Napoli grazie al progetto promosso da Gesco “Adotta uno spazio verde” per il recupero degli spazi verdi abbandonati in città. Un altro tassello, in un cammino che va avanti da oltre un anno iniziato nelle periferie per creare spazi verdi e percorsi fruibili alle famiglie e ai bambini napoletani.

Leggi tutto...

Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
gesco 30 anni
napoliclick
Amicar banner 500

Archivio Napoli Città Sociale