| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Mercoledì 30 Settenbre 2020




Scuola. Facciamo chiarezza sui banchi con le rotelle

banchiResa dei conti per la Scuola Italiana. È recente la notizia del bando indetto dal commissario straordinario per l’emergenza coronavirus Arcuri per l’acquisto di banchi singoli necessari per applicare un maggiore distanziamento fisico tra gli studenti nelle scuole, con il ritorno alla didattica in presenza previsto per settembre.

Il bando, voluto dal ministero dell’Istruzione stima la necessità di circa tre milioni di nuovi banchi, di cui un milione e mezzo con le ruote e la seduta integrata, interamente in plastica, pensati per facilitare il distanziamento. Di questi banchi ha parlato per la prima volta la ministra per l’Istruzione Lucia Azzolina, specificando che non serviranno solo durante l’emergenza Coronavirus ma saranno utili anche in futuro per coadiuvare una didattica più innovativa. Da quando sono stati menzionati per la prima volta sta facendo discutere il loro costo e l’effettiva utilità, messi in dubbio da addetti ai lavori del mondo della didattica ma anche da chi si occupa di sicurezza. Una dichiarazione in tal senso è stata appunto fatta all’Ingegnere Giuseppe Montesanto, Dirigente Generale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in pensione, con 40 anni di esperienza. “Sembra che ai banchi fissi di una volta, del costo di 50/60 euro cadauno, si sia deciso di sostituirli con un banco singolo innovativo, colorato e con le rotelline ad un prezzo di circa 300 euro. – sostiene Montesanto – Fra l’altro, ai fini della sicurezza, nel caso di un evento sismico, di un incendio, di una esplosione o di un qualsiasi evento che possa generare panico nei ragazzi, il banco fisso è molto più sicuro di quello con le rotelline. Non sfugge a nessuno che le commissioni di pubblico spettacolo, prestano grande attenzione alla staticità delle sedie anche negli eventi all’aperto”.

Intanto i dirigenti scolastici, su indicazione degli Uffici Scolastici Provinciali, stanno prevedendo una riorganizzazione degli spazi (aule e laboratori) e la fornitura di arredi per la scuola coerenti con le richieste del ministero e per una migliore utilizzazione di tutti gli ambienti. Orizzonte Scuola, il portale di riferimento del Ministero dell’Istruzione, comunica che particolarmente adatto alle nuove esigenze può essere il banco trapezoidale “Spicchio”: singolo e monoposto fornisce alle varie istituzioni scolastiche una soluzione valida per l’adattamento delle aule al nuovo layout dello spazio e un investimento strutturale per la scuola che permetterà forme di apprendimento nuove. Questo elemento di arredo scolastico è stato infatti individuato come fra i più validi supporti per il distanziamento tra gli alunni, con banchi singoli agili che si prestano alle più svariate configurazioni.

banchi spicchio

Il PON Adeguamento Spazi e Aule (Avviso 13194 del 24 giugno 2020) mette a disposizione 330 milioni di euro fornendo un’occasione, per gli enti locali (Comuni, Province, Enti Territoriali, Città Metropolitane) che hanno competenza sugli edifici scolastici, per dotare gli istituti di arredi e attrezzature scolastiche idonei non solo a favorire il necessario distanziamento tra gli studenti, ma anche per offrire finalmente ai giovani e agli insegnanti contesti formativi funzionali e adeguati.

Chiara Reale