| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube

Diversamente amici

diversamente amici 2“Diversamente Amici”vuole coinvolgere e far riflettere gli adolescenti sulle diversità. Il nuovo progetto del distretto di Napoli dell’AMI, Associazione Matrimonialisti Italiani è realizzato in collaborazione con la casa editrice Ad Est dell’Equatore, la “Fondazione Enzo e Lia Giglio” e l’assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli che ha anche patrocinato l’iniziativa.

Sulla scia dei consensi raccolti per la realizzazione del progetto “Una mano sul volto” contro la violenza sulle donne, il distretto di Napoli dell’AMI, Associazione Matrimonialisti Italiani ha lanciato un nuovo progetto finalizzato alla sensibilizzazione dei giovani su un altro tema cruciale : la diversità.

“Diversamente Amici” vuole affrontare la diversità da un lato considerando il dramma che spesso accompagna l’esperienza di diversità (immigrazione, disabilità, omosessualità, anoressia, obesità, bullismo) dall’altro considerandola quale risorsa umana ed espressione di libertà. E’ dunque un’occasione preziosa per mettersi alla prova in due grandi ambiti del sentire civile: la solidarietà e l’amicizia. Il progetto prevede il coinvolgimento di alcune classi della scuola media “Carlo Poerio”, dell’Istituto comprensivo “Nazareth Musto” , del liceo scientifico Tito Lucrezio Caro, dell’Istituto comprensivo Pirandello Svevo di Soccavo e del liceo dei Salesiani, selezionati secondo un criterio di differenziazione territoriale e di contesto. Si sono svolti incontri presso le scuole coinvolte nel programma, con la partecipazione di una delegazione formata da tecnici esperti (avvocato, psicologo, scrittore) che hanno illustrato lo scopo dell’iniziativa e l’importanza della partecipazione attiva degli studenti nella diffusione della cultura del rispetto delle diversità. In tale occasione, si è proposta ai ragazzi la stesura di un testo narrativo sul tema. Gli elaborati più significativi sono stati inclusi in una raccolta di testi inediti, a cui hanno partecipato a titolo gratuito scrittori noti sia a Napoli che a livello nazionale e pubblicata con la Casa Editrice Ad Est dell’Equatore che ha sostenuto l’iniziativa. Il progetto prevede inoltre che la pubblicazione sarà diffusa in altre scuole cittadine e del napoletano dove verrà presentata agli studenti dai curatori, con l’intenzione di contribuire a diffondere presso i giovani  una più attenta e consapevole educazione ai sentimenti, rispettosa delle identità di genere e delle identità multiculturali.

“Il diritto di famiglia è soprattutto il diritto delle persone – spiega l’avvocato Valentina De Giovanni, presidente dell’AMI, Associazione Matrimonialisti Italiani -. E le persone hanno tutte pari dignità dinanzi alla legge. Sennonché, di questi tempi, un concetto tanto semplice non sembra essere così universalmente riconosciuto. Ecco perché l’AMI ha tra i suoi obiettivi quello di approfondire il tema della inclusione intesa in senso ampio. La diversità deve però essere intesa in senso lato, con un particolare riferimento a tutte le situazioni in cui la condizione di vita differente porta taluni a dimenticare che ad essa corrisponde un’identità segnata dall’altrui indifferenza. L’AMI, sezione distrettuale di Napoli, è mossa da un progetto molto ambizioso che consiste nel promuovere una cultura sensibile ed attiva, diretta soprattutto ai giovani. “Diversamente amici” è un’occasione per sviluppare un concetto fondamentale ed irrinunciabile: la diversità è identità ed in quanto tale non può e non deve essere sottostimata. Il punto di vista degli autori piccoli e grandi ha fornito spunti di riflessione di notevole spessore. Si ride e ci si commuove, ci si misura con diverse situazioni esistenziali e con la possibilità di vivere l’esperienza della immedesimazione ed identificazione. In tal modo si riesce a comprendere e a provare compassione, un valore molto distante dalla idea di commiserazione perché da intendersi nel senso puro della parola, cum passio, con amore.”

Il libro sarà presentato nel corso di un evento formativo anche per gli avvocati che si terrà al PAN il giorno 1 dicembre  2017 alle 10.00 alla presenza degli autori, dei presidi delle scuole partecipanti, degli studenti coinvolti e le conclusioni saranno affidate a Maurizio de Giovanni che ha curato la raccolta.

Napoli Città Solidale è partner dell’iniziativa.