| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube

Vedi Ischia e poi muori!

ischiaAd Ischia nel 1950 poche famiglie andavano a villeggiare: la guerra si era conclusa da poco e nessuno avrebbe potuto prevedere di lì a poco l'imminente arrivo del "boom turistico".

Le persone all'epoca si divertivano nelle loro case organizzando feste tra amici e non c'era l'abitudine di festeggiare nei locali dopo intense giornate di sole trascorse in spiaggia.

All'inizio degli anni '50 spuntarono i primi locali ad Ischia Porto: dopo che si aprì il Monkey Bar, fu la volta del Rangio Fellone, un luogo ideale per ritrovarsi, realizzato dall'architetto Sandro Petti e dal compianto Ugo Calise, storico compositore, cantante e chitarrista.

Il Rangio Fellone per quasi un decennio è stato il ritrovo notturno preferito dai vip di tutto il mondo in vacanza sull'isola.

Tra i frequentatori più assidui del locale si ricordano Angelo Rizzoli, imprenditore e produttore cinematografico, Sir William Walton, sublime compositore inglese e Manlio Brosio, diplomatico nonché segretario generale della Nato negli anni '60.

Ogni sera il Rangio Fellone diveniva quindi il luogo prescelto per il divertimento e Ugo Calise era l'intrattenitore indiscusso della movida notturna. Col passare degli anni il locale acquisì una certa notorietà internazionale.

Così iniziarono a vedersi i volti di molti vip e protagonisti del cinema e dello spettacolo.

All'epoca tanti giovani ischitani non potevano permettersi di pagare di certo l'ingresso al Rangio Fellone e allora molti di loro per non perdersi la musica si arrampicavano sui muretti esterni oppure si organizzavano in corrispondenza degli scogli.

Ischia è un luogo lussureggiante di vita mondana affollato da stelle del cinema e della musica che pullulano in ogni angolo dell'isola.

Come ogni anno che si rispetti si è tenuto sull'isola l'Ischia Global Fest 2016 che ha attirato molte star internazionali offrendo eventi musicali imperdibili.

Sono stati oltre 100 gli ospiti che hanno preso parte alla 14esima edizione della kermesse ischitana prodotta da Pascal Vicedomini e presieduta da Kerry Kennedy e Andrea Iervolino con Rim Saidi, modella tunisina, a fare da madrina. Al Rangio Fellone, collegato all’Hotel Punta Molino della famiglia Ossani, si è tenuta la cena di gala della kermesse.

Gli attori Tim Robbins e Jeremy Irons, rispettivamente premi Oscar nel 2006 e nel 1991, hanno ricevuto il premio "Ischia Legend Award 2016" per la loro carriera cinematografica esemplare.

L'attrice italiana Valeria Bruni, fantasmagorica nel film di Virzì "La pazza gioia", è stata nominata "attrice dell'anno 2016" , mentre l'attore e produttore italoamericano Danny De Vito, è stato premiato con "l'Ischia Legend Award - King of comedy 2016".

A Claudio Bisio il premio "Ischia Italian King of comedy 2016"  mentre Zucchero, superstar italiana, ha ricevuto "l'Ischia Humanitarian Award 2016".

Ai tanti premi che sono stati assegnati si è aggiunto quest'anno "l'Ischia Global Icon Award" nel nome di Bud Spencer, un riconoscimento doveroso che nasce in accordo con la famiglia Pedersoli.

Il poeta danese Hans Christia Andersen parlava dell'isola ischitana dicendo: "Tra i monti viola dorme, Napoli bianco vestita, Ischia sul mare fluttua come nube purpurea; la neve tra i crepacci sta come studio candido di cigni; il nero Vesuvio leva il capo cinto di rossi riccioli".

(Alessio Bocchetti)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Agenda

News

neuvoo
animo afronapoletano
 premio rossano 2017 banner
agendo 2017 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
amicar 500
mail

newsletter iscrizione

Archivio Napoli Città Sociale