| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Lunedì 10 Dicembre 2018




Agnese Lorenzini alias Susanna: “Io e Beatrice? Nemiche sullo schermo ma amiche nella vita”

susannaUn personaggio apparentemente forte, ma in fondo molto fragile, quello che sta portando sulla scena in questo momento Agnese Lorenzini, l’attrice che presta il volto a Susanna Picardi in Un Posto Al Sole. Classe 90, l’attrice di teatro e tv - approdata sul set del social drama più longevo della televisione italiana nel 2016 - racconta che non si è mai sentita così vicina al suo personaggio come ora.

Ora che sta vivendo un momento di crisi, sia nel rapporto con la famiglia, sia nella sua relazione con Niko Poggi (Luca Turco). E ci svela, lei romana ma “napoletana d’adozione”, che la sua più grande rivale in amore sullo schermo, Beatrice Lucenti (interpretata da Marina Crialesi), fuori dal set è una sua grande amica. 

Susanna è un personaggio forte ma allo stesso tempo molto fragile. In questo momento sta affrontando un momento di difficoltà, dovuto anche a condizionamenti familiari…Come ne uscirà?

Lo lascio scoprire a voi, diciamo che Susanna sta affrontando, forse per la prima volta nella sua vita, la sua situazione familiare, di cui è sempre stata sempre solo una vittima. Lei, abituata a vivere in una struttura familiare molto rigida in cui non c’è dialogo e non si mostrano i sentimenti, viene fuori con tutta la sua fragilità. Al punto da scoppiare in lacrime, cosa che di norma non fa, trattenuta come è emotivamente. Questa crisi che sta attraversando il mio personaggio mi stimola molto perché è in questi momenti che le persone accedono a energie che non sapevano di avere e mostrano la loro vera personalità. Ad esempio, lei farà di tutto, lotterà con le unghie e con i denti per difendere la nuova vita che si sta costruendo, dimostrando di avere più forza si quanta non sembri. 

Quindi vedremo, nelle prossime settimane, una nuova versione di Susanna?

In un certo senso sì, lei che ha sempre esitato a mettere in mostra le sue emozioni, per la situazione familiare da cui proviene, perché è cresciuta in un luogo in cui le persone non manifestano le loro vere emozioni, potrebbe esplodere come una bomba a orologeria, come sta già dimostrando del resto, abbandonando l’antica timidezza emotiva. Susanna vuole riappropriarsi di sé e dei suoi spazi in questo momento: per disperazione, scapperà dalla baraonda della terrazza e dal piccolo Jimmy per concentrarsi su se stessa e ricominciare a respirare dopo la batosta della bocciatura all’esame di avvocatura… 

Il suo personaggio sta diventando sempre più centrale nelle trame di Un Posto al Sole, ce lo conferma?

Sì, e la cosa mi soddisfa, vuol dire che ho la fiducia del pubblico, Susanna funziona come personaggio, di fondo è buona anche se non sa gestire le sue emozioni, questo non sempre la rende simpatica, ma suscita comunque sempre interesse, questo è ciò che conta. 

Che evoluzioni ci saranno nella storia con Niko?

Quello che posso dirvi è che Niko e Susanna entrano in crisi a causa fattori esterni che rischiano di mettere in discussione il loro amore, ma, come spesso succede in questi casi, ci saranno due sbocchi possibili per la loro storia: o la rottura o la svolta, noi siamo più orientati verso un consolidamento del rapporto. Diciamo che i due affronteranno insieme le difficoltà, sperando che l’amore e volontà di stare insieme abbiano la meglio. Anche perché Susanna è fragile e insicura, ha bisogno di sentirsi protetta e Niko è proprio il tipo di ragazzo che può darle ciò che cerca. 

A proposito di crisi e scossoni…Come prenderà Susanna l’arrivo allo studio Navarra della sua ex collega e rivale in amore Beatrice?

La verità è che Susanna ha bisogno di certezze e l’arrivo di Beatrice non l’aiuterà, anche perché lei è il suo contrario, bella e sicura di sé, sa sempre cosa fare, a differenza di Susanna che la guarda pure con un po’ di invidia…Questo la farà dubitare di sé e del suo rapporto con Niko, perché tornerà a farsi forte la paura di perderlo; ma sarà anche una nuova occasione per mettere alla prova il loro amore. 

Quanto si sente vicina al suo personaggio?

Molto e mai come in questa fase: Susanna ora è di una fragilità che fa tenerezza, deve affrontare una famiglia opprimente, fare i conti con il suo fallimento all’esame di avvocatura, anche io ho provata nella mia vita, come tutti credo, questa sensazione di insicurezza e bisogno di protezione, qualche volta. 

Precariato, giovani, lavoro, sono stati diversi i temi già trattati in Un Posto al Sole attraverso il suo personaggio. C’è un altro argomento sociale che le sta particolarmente?

Se dovessi scegliere a prescindere da tutto, forse sceglierei di approfondire il tema dell’ambiente; sono molto sensibile all’ecologia, soffro a pensare a come sta male il nostro pianeta, cerco di fare  qualcosa nel mio piccolo, con la raccolta differenziata, ma credo anche che la cosa debba essere affrontata su più larga scala. 

Con chi ha legato di più sul set?

Io vivo a Roma, ma quando vengo a Napoli per girare, mi fa sempre piacere vedermi con i miei “giovani” compagni di avventura, come Luca Turco, Giorgia Gianetiempo, Lorenzo Sarcinelli, Ludovica Bizzaglia, anche se la persona con cui ho legato di più in assoluto è, in realtà, la mia nemica sulla scena: Marina Crialese, che interpreta Beatrice. Con lei ho praticamente iniziato e visto che viviamo entrambe a Roma, ci vediamo spesso.

Maria Nocerino

© RIPRODUZIONE RISERVATA