Un posto al Sole a New York

Michelangelo e Davide raccontano la “Grande Mela”

upas-gruppoLa fiction più apprezzata d’Italia lo è anche oltre oceano. Per ricambiare l’amore “incondizionato” dei tanti fan della Little Italy, Un posto al sole è approdato a New York nel mese di settembre per girare una serie di puntate nella Grande Mela e incontrare gli emigrati italiani in America che da anni seguono il programma su “Rai International”.

Video

Le puntate clou girate a New York andranno in onda su Rai 3 dal 5 al 7 novembre, e sono state dirette dal produttore Fabio Sabbioni con il supporto del direttore di produzione Renata Anzano. Domenica 4 novembre sugli schermi di Rai3 Guido e Filippo gareggeranno nella famosa maratona newyorkese in contemporanea con l’evento reale.

Filippo e Andrea rispettivamente Michelangelo Tommaso e Davide Devenuto, sono i personaggi-attori protagonisti di queste puntante improntate al romanticismo e alla commedia in cui l’allegria delle scene sembra rispecchiare l’entusiasmo e il calore con cui il pubblico italo americano ha accolto tutta la troupe.
Davide, alias Andrea, alias Tony Bollore, che si è esibito nel Festival della canzone italiana a New York, ha destato dal vivo, oltre che sugli schermi, l’apprezzamento appassionato delle fan: “sono stato applaudito e ammirato nella mia performance canora, ma penso che il pubblico nutrisse un amore talmente incondizionato verso Un posto al Sole che mi avrebbe perdonato qualsiasi cosa” – riconosce Davide Devenuto.
Michelangelo, recatosi a New York per un breve periodo di approfondimento attoriale, ha visto sovrapporsi vita reale e scene della fiction. “Filmare e recitare a New York è stato divertente ed emozionante, spero che i telespettatori condividano almeno in parte quello che abbiamo provato – spiega Michelangelo Tommaso- Con Un posto al sole noi portiamo agli italiani all’estero la tradizione della nostra cultura, in particolare di quella partenopea, raccontiamo il quotidiano con le sue contraddizioni, e mettiamo in luce i cambiamenti.
Le puntate newyorkesi sono un omaggio ai 17 milioni di telespettatori che seguono le storie di Palazzo Palladini e Caffè Vulcano in tutto il mondo.

AdG

© RIPRODUZIONE RISERVATA