| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Mercoledì 5 Ottobre 2022




Mauro Racanati: Riccardo racconta la fallibilità dell’essere umano

GDA 2263Una energia, un approccio trasparente alla vita e una naturale profondità sono le caratteristiche dell’attore pugliese Mauro Racanati (classe 1987) entrato a settembre 2021 nel cast di Un Posto Al Sole nei panni di Riccardo, l’attuale fidanzato di Rossella (Giorgia Gianetiempo). Questa relazione però sembra essere minacciata da fantasmi proveniente dal passato: dopo avere a lungo mentito a Rosellina, Riccardo nella puntata andata in onda ieri (11 gennaio 2022) decide di confessarle tutta la verità sulla sua ex moglie e sulla sua vita precedente.

“Il mio personaggio racconta la fallibilità dell’essere umano, commenta l’attore, che è impegnato anche sul set della fiction “Il Patriarca”, diretta da Claudio Amendola, in programma su Canale 5 nella prossima stagione televisiva. Ecco cosa ci ha raccontato del suo Riccardo, una personalità dalle mille sfaccettature che si farà conoscere meglio dal pubblico nelle prossime puntate. 

In questo momento, stiamo assistendo alla storia d’amore tra Riccardo e Rossella, che però pare messa in discussione dai fantasmi del passato di lui.

Io credo che Riccardo affronti un tema centrale: la fallibilità dell’uomo, ora dobbiamo dargli il tempo di spiegare, mi sento di dire che il mio personaggio è lì per ricordarci che l’uomo è fallibile ma è anche giusto che sia così. 

GDA 1493

La sua storia sembra stia diventando sempre più centrale, ci conferma?

Non so per certo se sarà centrale, ma so che quello che è successo, cioè la confessione di Riccardo, è già un passo verso la rivelazione della verità dell’uomo, la sua verità, piano piano lo scopriremo la sua personalità. Dopo avere mentito per un po’ a Rossella, di cui è sinceramente innamorato, Riccardo fa un mea culpa e le racconta tutto, cosa che avrebbe già dovuto fare. 

Come descriverebbe il suo personaggio?

Un uomo molto brillante, vivo, che sbaglia anche ma è vero, è così com’è nel bene e nel male, ha molte sfaccettature, lo abbiamo visto passare da momenti di dolcezza a momenti di irascibilità, ma è uno che si esprime, non reprime i suoi sentimenti; fondamentalmente un buono, senza ombra di dubbio. 

Che riscontro sta avendo sui Social?

Credo che stia avendo un ottimo riscontro, nella puntata di ieri, dopo che ha confessato la verità a Rosella, ho visto crescere un interesse che non mi aspettavo!

Cosa sta mettendo di suo in Riccardo?

Come sempre si cerca di dare qualcosa di proprio al personaggio, in questo caso, in un prodotto seriale come Un Posto Al Sole questo è ancora più vero, Io cerco di collaborare con Riccardo come in una relazione di coppia, il risultato tra i due è il personaggio che va in onda la sera su Rai3.

GDA 2132

Come è stato accolto nel cast di Un Posto Al Sole?

Venivo da altre produzioni, in genere si sta insieme per poco, a Un Posto Al Sole ci si immerge completamente nel personaggio e si vive come in una bolla: il social drama va avanti con la vita delle persone, il fattore umano è fondamentale se non fondativo, si ha una esposizione maggiore, in altre situazioni c’è un maggiore distacco, si vive effettivamente come in una famiglia. Ma quando parlo di famiglia non intendo solo cast, ma tutti i reparti dallaredazione alla produzione stessa.

Con chi ha legato di più sul set?

Mi trovo molto bene con Giorgia (Gianetiempo), con cui giro la maggior parte delle scene, stavo legando anche con Vittorio D’Auria ma poi è andato via; ho legato un po’ con tutti compatibilmente con i ritmi serrati del set.

C’è un argomento sociale che vorrebbe portare in scena?

Vedendo Un Posto Al Sole anche prima, so che sono stati affrontati già tantissimi temi, come ad esempio la violenza sulle donne. Penso che si potrebbe allargare il discorso ad esempio al tema della violenza psicologica e fisica, non solo legata al genere. 

Progetti in cantiere?

In questo momento a parte Un Posto Al Sole che mi vede a Napoli gran parte della settimana, sono tra Roma e la Puglia, impegnato sul set della fiction  “Il patriarca”, diretta da Claudio Amendola, che parla della storia di una famiglia criminale. Nella trama si snodano vicende familiari e vicende legate ai cartelli di bande criminali.

Il sogno da realizzare?

Mi piacerebbe certamente tornare a teatro, il mio primo grande amore, dove mi sono formato. Mi piacerebbe ad esempio girare un film per il cinema con Sergio Rubini.

Maria Nocerino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Agendo 2022 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
gesco 30 anni
napoliclick
Amicar banner 500

Archivio Napoli Città Sociale