| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Mercoledì 1 Dicembre 2021




Nina Soldano: “È tornata la mia guerriera Marina”

nina soldano copiaDa personaggio “odiato” a celebrity amatissima dai fan, al punto che sono stati lanciati appelli per un suo ritorno in scena. Marina Giordano, una delle protagoniste con più personalità di Un Posto Al Sole, ha da poco fatto il suo rientro dal periodo londinese. Ce ne parla la sua interprete, che le presta il volto da quasi 19 anni, l’attrice Nina Soldano. “Un ritorno col botto, ci aspettano colpi di scena di cui non posso svelare nulla, ma preparatevi a un autunno di fuoco, la mia guerriera è tornata!”, annuncia la star del social drama più longevo della Rai.

È una nuova fase per Marina Giordano, tornata da Londra deve rivedere i suoi equilibri…La ritroviamo più guerriera che mai, si conferma una donna a cui piace dominare e avere la meglio, a partire dall’ambito lavorativo… 

Marina è tornata a Napoli per ridare nuova linfa ai Cantieri cui tiene moltissimo. Aveva lasciato la città per accompagnare Fabrizio, suo marito, e sostenerlo nella sua ripresa. Una scelta dettata dall’amore quindi: ferita dalle solite malefatte di Roberto, lascia tutto, nel frattempo però le cose cambiano ed è il momento per lei di chiudere alcuni cerchi. Al rientro a Napoli, Marina trova una situazione completamente diversa. Intanto, ora Roberto è in crisi per quanto accaduto a Filippo, prova e riesce a salvare i Cantieri, che sono la sua vita, come gli operai che vi lavorano. Quello che desidera ora è vivere serenamente Fabrizio nella sua totalità…Ma c’è sempre come un filo che la lega all’ex…

Infatti, vediamo in queste puntate un riavvicinamento con Roberto Ferri, anche perché Marina è molto vicina a lui per quello che è successo al figlio…Ci sarà un ritorno di fiamma? 

Questo non posso saperlo ma di certo è un legame forte quello tra Marina e Roberto, una storia lunga 19 anni non si cancella da un momento all’altro. Lei è legata a lui, oltre che sul piano sentimentale, anche su quello imprenditoriale. Inoltre, è legatissima a Filippo, che considera come il suo figlioccio, e ora stringerà molto il rapporto soprattutto con Serena che vive, con la sua gravidanza, un momento particolare. Visto tutto questo, anche se ci sono momenti in cui vorrebbe partire, Marina resta e rimarrà finché ci sarà questa precarietà che riguarda i suoi affetti più cari che si trovano a Napoli.

nina soldano 1

Un ritorno, insomma, che ha molto da raccontare… 

Assolutamente sì, sarà un autunno al cardiopalma, ricco di colpi di scena, si scopriranno dei rapporti veri, passando da momenti di euforia a momenti di devastazione. Del resto siamo abituati con Marina, un personaggio che è sempre stato contraddistinto da luci e ombre, aspetti positivi e negativi, mai scontata o prevedibile, piuttosto variabile e colorata come l’arcobaleno. Una cosa che mi sento di dire è che il mio personaggio darà libero sfogo alla sua parte più dolce e autentica in questo ritrovato rapporto con Serena, che abbiamo visto costruirsi già negli anni in cui lavoravano a stretto contatto ai Cantieri e che ora si rinsalda. 

E come la mettiamo con Fabrizio che pare riservare attenzioni ad un’altra donna in questo periodo?

Diciamo che in questo momento Fabrizio è instabile mentalmente, per cui potrebbe cadere in uno scivolone: nulla toglie al fatto che è innamorato perdutamente di Marina, è un amore che non ha mai messo in discussione. È ovvio che, come tutti gli uomini, può cadere in qualche debolezza e il sorriso accattivante di una donna venuta dal suo passato è un rischio in questo momento particolare. Ma presto le cose si chiariranno. 

Che riscontro di pubblico ha avuto il ritorno in scena di Marina?

Non vedevano l’ora, c’è stato un gran fermento per il mio personaggio, hanno perfino lanciato delle petizioni per farla rientrare: devo dire che ho trovato l’amore del pubblico una preziosa risorsa, qualcosa che ti appaga, mi sono sentita molto fortunata e gratificata da tanto affetto. Non immaginavo di essere amata così alla follia, soprattutto se pensiamo agli esordi di Marina, un personaggio “ambiguo” che ha avuto non poche difficoltà a farsi apprezzare. Eppure, non era la prima volta che uscivo, ho fatto tante pause, sono andata lontano e più vicino, ma per come è stata raccontata questa partenza – con tanto di flash back che ripercorrevano il suo rapporto con Ferri – sembrava davvero definitiva. Da lì è partita una operazione nostalgia e i fan si sono letteralmente scatenati. Ho ricevuto personalmente anche sui miei canali social centinaia di messaggi del pubblico, chi era deluso, chi dispiaciuto, chi commosso, chi si sentiva orfano di un personaggio che in 19 anni ha dato tanto. Cosa da non credere: mi hanno scritto perfino nonni e bambini! Mi ha toccato tutto questo, per me è stata una grande soddisfazione artistica, senza contare che questo terremoto è accaduto in piena pandemia e crisi di governo, in un momento difficile per tutti. 

Che stagione sta vivendo in questo momento Nina?

Una stagione tranquilla: sul piano lavorativo, Un Posto Al Sole mi gratifica, i miei impegni professionali mi riempiono la vita, mi rendo conto di avere avuto tanto. Poi, se dovessero presentarsi nuove sfide, ben vengano. 

C’è un tema sociale che vorrebbe trattare o approfondire in Un Posto Al Sole?

Onestamente, abbiamo parlato di tutto dall’omofobia alla violenza di genere, passando per il bullismo e la camorra. Non sono una studiosa né voglio essere noiosa, ma mi sento di voler lanciare un messaggio per i giovani che, anche con la complicità dei Social, hanno perso un po’ di vista i veri valori della vita. Ecco forse, bisognerebbe dare la giusta importanza a quelli, uscire dall’isolamento, soprattutto dopo questa pandemia che ci ha inariditi. Un evento epocale che avrebbe dovuto migliorarci, invece siamo di nuovo tutti distratti, menefreghisti, presuntuosi, egoisti, o almeno lo è una buona fetta, a voler essere ottimisti.

Maria Nocerino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Agendo 2022 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
gesco 30 anni
napoliclick
Amicar banner 500

Archivio Napoli Città Sociale