| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Domenica 27 Settenbre 2020




Cuomo e la Fase 2: la speranza e il coraggio a NY dalla famiglia di origini italiane

Little Italy«Ho fatto una cosa giusta come governatore e ne sono molto fiero: ho coinvolto i cittadini dello Stato in questa situazione in maniera così profonda come non era, probabilmente, mai successo nell’era moderna. Questa pandemia è qualcosa che, senza la comprensione e la collaborazione delle persone, il Governo non avrebbe potuto gestire.

Le persone avevano la necessità di comprendere i fatti, di impegnarsi e auto governarsi come non era mai avvenuto per decenni». Lo scorso venerdì, Andrew Cuomo, il governatore dello Stato di New York, nell’annunciare il via libera, a partire da oggi, lunedì 22 giugno 2020, verso la Fase 2 anche per la città di New York, ha concluso il ciclo di conferenze stampa iniziato con il diffondersi dei contagi del Covid19: 111 incontri in 111 giorni. Giorni in cui lo Stato è stato epicentro della pandemia, soprattutto nella “città che non dorme mai” che, improvvisamente, è diventata silenziosa e vuota, in una pausa, come il governatore ha voluto definirla, durata oltre tre mesi. E in quell’appuntamento quotidiano, Cuomo, che aveva promesso di dire sempre la verità, anche la più difficile da digerire, è stato sempre leader, padre, amico e ispiratore; anche quando si registravano fino a 900 perdite al giorno, non ha mai smesso di ripetere che New York ce l’avrebbe fatta, a vedere la luce dopo “una notte davvero lunga”.

New York

E, quando le parole di conforto erano più difficili da trovare, come a Pasqua o per la Festa della Mamma, o per ogni domenica in cui quella maledetta curva sembrava non dover scendere mai, Cuomo non ha esitato a “chiamare rinforzi” per trasmettere ai cittadini, non solo dello Stato di New York, ma di tutto il Paese, speranza e coraggio. E non parliamo di Michael Bloomberg, che pure ha messo a disposizione la sua Fondazione per realizzare, a tempo di record, un sistema per tracciare i contatti e garantire una migliore gestione dei contagi, o di Chris Rock o di Danny De Vito; parliamo, invece, di Andrea, Immacolata, Mario, Matilda, Chris, Maria, Mariah, Michaela e Cara, cioè l’intero clan Cuomo. E così le parole di Andrea, arrivato qui da Nocera Inferiore, che molto amava i pranzi della domenica, con tutta la famiglia, perché erano la sua unica “vacanza” dal negozio del Queens, dove trascorreva gran parte del suo tempo, senza mai un momento di riposo, ricordate da suo nipote, hanno dato speranza nella forza del sacrificio; il volto sofferente di Chris, colpito dal Covid, che raccontava i suoi sintomi e incoraggiava a farsi testare, è diventato l’invito più potente a prendere sul serio quest’epidemia; le regole di Matilda, la mamma di origini siciliane, sono diventate le norme di “buon senso” a cui i newyorchesi dovevano ispirarsi per non favorire il contagio. E poi c’erano le parole ricorrenti di Mario, tre volte Governatore dello Stato, che mancò la sua quarta rielezione per la sua strenua opposizione alla pena di morte che, invece, il suo rivale, George Pataki, promise di far ripristinare. «Io parlo, parlo, parlo, ma non sono riuscito a insegnare alle persone ciò che mio padre insegnò a me in una settimana», disse una volta l’ex Governatore, rendendo omaggio a suo padre Andrea; in questi mesi, sicuramente, avrebbe preso atto di essere riuscito a fare lo stesso con suo figlio Andrew, in una storia familiare che continua e che ha ancora tanto da raccontare.

Chi è Andrew Cuomo

Andrew CuomoClasse 1957, Andrew Mark Cuomo è un giurista e politico statunitense, dal 1º gennaio 2011 governatore dello Stato di New York , dove ha ricoperto anche l’incarico di procuratore generale. Esponente di spicco della comunità italiana e del Partito Democratico, è stato Segretario della Casa e dello Sviluppo Urbano durante la seconda presidenza di Bill Clinton.

Di origini italiane - i nonni paterni erano originari, rispettivamente, di Nocera Inferiore e di Tramonti, in provincia di Salerno, mentre quelli materni della Sicilia - è figlio di Mario Cuomo, 52º governatore dello Stato di New York, è anche fratello del giornalista della CNN Chris Cuomo ed ex-marito della settima figlia di Bob Kennedy, Kerry, dalla quale ha avuto tre figlie.

Angela Vitaliano