| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Lunedì 1 Giugno 2020




Spesa e beni di prima necessità, parte a Napoli il fondo comunale di solidarietà

supermercatoApprovato una delibera – firmata dall'intera Giunta del Comune di Napoi- di notevole importanza per il momento che stiamo attraversando.

Con questo atto, infatti, si realizza un impegno dichiarato dal Sindaco ben sette giorni fa: l'istituzione del Fondo di Solidarietà “Il Cuore di Napoli”

Il Fondo

 Il Fondo di Solidarietà “Il Cuore di Napoli” è un’ulteriore misura destinata a sostenere il fabbisogno di beni alimentari di prima necessità delle famiglie in difficoltà e rese povere dagli effetti economici provocati dall’emergenza sanitaria in corso.

Il Fondo, che ha una dotazione iniziale di un milione di euro prelevato dal fondo di riserva delle casse del Comune di Napoli, potrà essere finanziato anche con donazioni spontanee di singoli cittadini e soggetti collettivi attraverso versamenti su un conto bancario dedicato.

La Protezione civile nazionale ha stanziato, all'interno di un provvedimento che riguarda tutti i Comuni, per la città di Napoli 7 milioni e 300mila euro che si aggiungeranno a quanto già disponibile.

Il Sindaco de Magistris all'apertura dei lavori della Giunta ha affermato che ”La città considera lo stanziamento governativo come un primissimo intervento da rimpinguare rapidamente perché le esigenze sono enormi. Per questa ragione il beneficio in generi alimentari di prima necessità riguarda un intervento di tre settimane, poi bisogna andare oltre”.

“Con questa decisione i cittadini napoletani avranno uno strumento ulteriore per dimostrare il grande cuore e l’indole solidale che più li appartiene e tanti concittadini saranno meno esposti alla crisi” dichiarano il Vicesindaco Enrico Panini e l’Assessore alle Politiche Sociali Monica Buonanno.

Chi potrà beneficiare del fondo?

Le prestazioni garantite dal Fondo saranno rivolte ai cittadini residenti nel territorio del Comune di Napoli, senza reddito o con un reddito perso per effetto dei provvedimenti restrittivi dettati per il contenimento dell’emergenza sanitaria.

Come ottenere i "buoni spesa"?

Nei prossimi giorni gli interessati presenteranno la domanda autocertificata secondo un modello disponibile in rete o presso i Caaf convenzionati.

Le procedure di controllo saranno trasparenti e rapidissime e si sta operando perché il riconoscimento dell'aiuto avvenga in tempi brevissimi.

Dove spenderli?

Nei prossimi giorni, tramite apposita manifestazione di interesse, il Comune di Napoli individuerà gli operatori economici del territorio che saranno preposti alla vendita dei generi di prima necessità convenzionati con il Comune.

A loro si chiederà inoltre di applicare una forte scontistica sui prodotti alimentari per poter aiutare un numero maggiore di famiglie.