| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Martedì 7 Febbraio 2023




Scampia? Promossa per i bambini

Alessandra, tecnico di laboratorio a Casoria, vive a Scampia con il primogenito Gennaro e il secondogenito Luigi, un bimbo di sei anni con sindrome di Down

Che tipo di scelta hai fatto per l’educazione dei tuoi figli come madre lavoratrice (nido, rete familiare, babysitter). E perché?

Ho mandato i miei figli a scuola sin da piccolissimi; nel caso del mio più piccolo, che ha la sindrome di Down, me l’aveva anche consigliato il neuropsichiatra per farlo socializzare con gli altri bimbi. Qui ci sono nidi, non mi sono trovata male, ho molte più difficoltà ora, perché Luigi va all’asilo anche se ha sei anni e non c’è mai la maestra di sostegno dall’inizio dell’anno così come poi a gennaio ci troviamo sempre senza assistente materiali. È dura, ma so che dovrò affrontarne tante altre…

Che risorse ha il tuo territorio: oltre a nidi e ludoteche, ci sono punti di riferimento come aree attrezzate, verde, giostrine e altro per i più piccoli?

Io sono cresciuta bene, sono nativa di Scampia e ho deciso di restare: posso dirti che offre più adesso il quartiere di quando ero piccina io. Ci sono scuole, palestre, un bel parco. Insomma, c’è abbastanza per i bambini del quartiere. Sarà anche che vivo in un parco chiuso, protetto e i bimbi possono giocare anche qui dentro. Unico problema è che devono restare chiusi in casa quando arriva il fumo dei roghi tossici dal campo rom qui vicino.

Dove portavi i bimbi quando erano più piccolini e ora che posti frequentate?

La Villa comunale di Scampia: il parco è tenuto bene, quando il tempo è buono ci organizziamo anche con altre mamme e ci andiamo. Le limitazioni derivano più da me, che lavoro fino alle 17, e dal tempo che devo dedicare a Luigi, perché, oltre alle terapie dell’Asl, fa anche delle terapie private.

Ci sono ristoranti, luoghi di ritrovo, che hai trovato particolarmente accoglienti per le esigenze dei bambini nella tua zona o in generale in città?

Quello no, ci spostiamo fuori dal quartiere per questo tipo di attività.

Il tuo quartiere, secondo te, è a misura di bambino?

Sì, perché c’è qualcosa per i bambini, sinceramente.

Ritorna al pezzo principale

agendo 2023 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
gesco 30 anni
napoliclick
Amicar banner 500

Archivio Napoli Città Sociale