| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Giovedì 23 Maggio 2019




Nasce OUT, l’osservatorio sul turismo a Napoli

outCoverNapoli è diventata una delle mete preferite dai turisti, sia italiani che stranieri. Emerge dai dati presentati da Centro Studi Turistici di Firenze e Confesercenti nel 2018 che in sette anni, le presenze turistiche nelle città d'arte sono passate da 93,9 a 115,3 milioni, con un incremento complessivo del 22,8 per cento.

Ed il centro storico della città, in particolare, ha vissuto una profonda metamorfosi: le case che una volta erano abitate da studenti fuori sede e squattrinati sono diventate case vacanza, bassi un tempo fatiscenti ed abitati da famiglie di stranieri o da qualche solitario uomo di mezza età agli arresti domiciliari sono diventate “case tipiche napoletane” in annunci su airb&b, popolare sito per affittare case. Ma c’è da sottolineare anche tutti i lati positivi di questo fenomeno: le strade più sicure, un’economia cittadina che ricomincia a girare e lo stesso vale per la vita culturale.

L’Università Federico II in collaborazione con Mediacom presenterà il 7 marzo alle ore 10h presso il Dipartimento di Studi Umanistici della Federico II, OUT, L’osservatorio universitario sul turismo. La collaborazione tra questi due dipartimenti nasce dalla volontà di fotografare questo fenomeno e tracciarne l’’iter, le conseguenze e cercare di darne una rappresentazione, e non solo in ambito accademico.  “Il turismo – spiega Fabio Corbisiero, coordinatore dell’Osservatorio- è uno dei fenomeni sociali più rilevanti non solo per la ricerca sociologica, ma proprio come fatto sociale in sé. Oggi circa un miliardo di viaggiatori gira il mondo, ma l’Italia è al quinto posto come meta. Questa massa di persone in movimento raddoppierà nei prossimi dieci anni ed il mutamento porterà conseguenze, virtuose e critiche, che la ricerca sociale ha il compito di monitorare per la salvaguardia dei beni comuni”.

Eva de Prosperis