| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
venerdì 19 Aprile 2019




Emergenza freddo a Napoli: ecco gli interventi per i senza dimora

homeless manLa Protezione Civile ha lanciato l’allerta meteo: oggi sono possibili gelate con forti raffiche di vento e neve soprattutto in alcune zone di Napoli, come il vesuviano. Il freddo è ufficialmente arrivato, insomma, e non sarà un bel periodo per chi vive per strada. Si tratterebbe, secondo le stime della Comunità di S. Egidio, di circa 1.200 persone, soprattutto stranieri, ma sempre più spesso anche italiani, la cui percentuale é cresciuta secondo un trend in atto già da alcuni anni.

Per loro, il mondo del volontariato, religioso e laico, si mobilita non solo durante i periodi cosiddetti di “emergenza”, ma tutto l’anno: la Comunità di S. Egidio, ad esempio, distribuisce in Campania circa 1.500 pasti a settimana raggiungendo 1.000 senza dimora. Ma anche la Croce Rossa, la Caritas, l’associazione Angeli di strada Villanova (che questo Natale ha distribuito 400 pasti e tanti generi di prima necessità), la Fondazione Massimo Leone, l’associazione Centro La Tenda, sono realtà sempre operative a Napoli.

Maggiori informazioni qui

Stazioni aperte per far fronte all’ondata di freddo

Proseguono, a causa del perdurare dell’ondata di freddo, le aperture notturne delle stazioni Museo e Municipio della Metro linea 1, per ospitare le persone senza fissa dimora. In questi giorni, verrà intensificata anche la distribuzioni di coperte e bevande calde, secondo quanto fa sapere il Comune di Napoli. 

I servizi attivi e le strutture aperte per l’accoglienza

Sono sempre attive sul territorio cittadino le due Unità Mobili di Strada, una gestita dal gruppo di imprese sociali Gesco, l’altra dalla cooperativa sociale Il Camper, itineranti tutti i giorni dalle 8 alle 21.

Sono aperte per l’accoglienza dei senza dimora le due strutture storiche “La Palma” (Salita Mauro 21) e “La Tenda” (Via Sanità 95),  insieme al Dormitorio pubblico comunale (Via Giuseppe de Blasis 10), che, nonostante le difficoltà economiche dell’amministrazione comunale, avrà un potenziamento di 40 posti disponibili. Come spiega l’assessore comunale con delega ai Diritti di Cittadinanza e alla Coesione Sociale Laura Marmorale: “Un gesto di cura e di attenzione per cercare di offrire un riparo, seppur di fortuna, alle persone che ne hanno bisogno per proteggersi dal freddo della notte”.

Accessibile è anche il drop-in della Duschesca, servizio dell’Asl Napoli 1 Centro gestita da Gesco con la cooperativa sociale Dedalus. Anche se rivolto principalmente alle persone con problemi di dipendenza, questa struttura a bassa soglia è diventata in questi anni un punto di riferimento per chi vive per strada in città.

In ogni caso, è sempre possibile contattare la Centrale Operativa Sociale al numero 081/5627027, servizio attivo H24, per segnalare la presenza di senza dimora nelle strade cittadine e chiedere un immediato aiuto da parte delle Unità Mobili di Strada. 

Il nuovo spazio docce dell’Albergo dei Poveri

A fine 2018, è stato inaugurato lo spazio docce all’interno dell’edificio riqualificato dell’Albero dei Poveri, in via Tanucci, dove si terranno anche iniziative di ascolto, percorsi di reinserimento sociale e autonomia per i senza dimora. Le attività saranno gestite dal gruppo Gesco per conto del Comune di Napoli e prenderanno il via a tutti gli effetti da lunedì 7 gennaio.

Un indirizzo di posta dedicato 

L’assessore Laura Marmorale rende noto che c’è anche un indirizzo di posta elettronica dedicato al sostegno delle persone senza fissa dimora, il cui scopo è agevolare la comunicazione della presenza, la tutela e la presa in carico di queste persone presso i servizi competenti, e potenziarne ulteriormente l’efficace lavoro delle realtà del terzo settore che, in collaborazione col Comune di Napoli, offrono assistenza e supporto.

Inviando una e-mail all’indirizzo: sos.senzadimora@comune.napoli.it sarà dunque possibile effettuare una segnalazione, specificando il luogo dove la/le persone in difficoltà usa/no trattenersi e, laddove sia possibile, informazioni generali (età, genere, eventuali disagi specifici). Per chiunque lo desideri, sarà possibile indicare i propri dati di contatto, per ricevere informazioni sugli sviluppi dell'intervento di assistenza.

Raccolta di indumenti per ripararsi dal freddo

Tra le realtà che si stanno attivando per la raccolta di indumenti caldi, coperte, cappelli di lana, sacchi a pelo, thermos ed altri generi di conforto, contro il freddo eccezionale di questi giorni, ci sono la Comunità di S. Egidio di Napoli (info a amicideipoveri.na@gmail.com/081580 1905) e il gruppo Gesco (info a umpis@gescosociale.it 0817872037). 

Per informazioni sull’evoluzione della situazione meteo: https://bollettinimeteo.regione.campania.it/?cat=3

M. N.