| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Giovedì 13 Dicembre 2018




Navigare Responsabil…mente

Un progetto per contrastare l’eccessivo utilizzo di internet tra i più giovani

Navigare ResponsabilmenteSpesso il web diventa un pericolo, soprattutto per i più giovani. È fondamentale, quindi, promuovere un utilizzo consapevole, contrastare l’eccessivo utilizzo di internet e rendere l’utente che naviga più consapevole dei rischi ma anche delle possibilità che la rete offre. A mettere in guardia i giovanissimi sulle insidie che si nascondono sul web  ci hanno pensato i volontari dall’associazione CallystoArts  con il progetto Navigare Responsabil…mente

L’iniziativa è rivolta ai ragazzi degli istituti superiori del territorio metropolitano di Napoli e realizzato in collaborazione e con il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento delle Politiche Antidroga. Il progetto coinvolge centinaia di studenti di istituti scolastici del capoluogo e della zona vesuviana, da Portici a Palma Campania,  e prevede percorsi formativi e di sensibilizzazione a un uso responsabile del web, confronti sulla dipendenza dal web, su cyberbullismo e deep web, esercitazioni e testimonianze per diffondere la consapevolezza tra le giovani generazioni sulle opportunità ma soprattutto sulle minacce del web.

Navigare Responsabilmente 1

A supporto delle attività d’aula è stato attivato uno sportello psicologico di ascolto per aiutare, eventualmente gli studenti coinvolti. «Le insidie che si nascondo nel selvaggio web  sono innumerevoli- spiegano i volontari di CallystoArts- e noi cerchiamo di fare prevenzione incontrando e informando i ragazzi che sono i soggetti più esposti e più vulnerabili». Insomma, un progetto attivo e interattivo, che coinvolge gli studenti e apre loro la mente rispetto ad un mondo che vivono quotidianamente ma che, per paradosso, non conoscono bene. CallystoArts è un’associazione culturale composta da un gruppo di under 30 che si  occupa, dal 2005, di politiche per i giovani, in particolare facilitandone la partecipazione, l’orientamento, l’educazione e la formazione, nonché di politiche sociali e culturali. «Il progetto è attivo già da diversi mesi- spiegano i responsabili-  e ha registrato un grande interesse da parte dei ragazzi. Spesso, navigando, si compiono gesti che possono creare dei problemi. E’ necessario, perciò informare e offrire degli strumenti che ci permettano di navigare in maniera sicura e libera».