| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Giovedì 13 Dicembre 2018




La rabbia è un sentimento che aiuta a crescere

“Essere Bambino”: le giornate per il benessere dell’infanzia e della famiglia

bambiniLa rabbia e l’energia aggressiva dei bambini e ragazzi spesso vengono scambiate per violenza, per questo politiche culturali, scolastiche ed educative hanno ritenuto opportuno censurarne e frustrarne le espressioni; invece la rabbia è un’emozione importantissima che permette l’affermazione di sé.

Ad approfondire e sperimentare questi temi sarà dedicata la VI edizione di “Essere bambino”, evento interamente gratuito per la promozione e la prevenzione della salute psicofisica dei bambini, degli adolescenti e delle famiglie.

L’iniziativa si terrà in diversi luoghi della città dal 10 novembre al 10 dicembre, per iniziativa dell’associazione di promozione sociale Oltre la tenda, Uno Spazio per crescere, con il patrocinio di Comune di Napoli e Regione Campania.

“Essere Bambino” torna a Napoli come naturale conseguenza di un confronto riflessivo realizzato nel corso dell’anno all’interno dell’associazione sull’origine di due sentimenti spesso fraintesi, la rabbia e l’energia aggressiva, la cui negazione può essere alla base di comportamenti violenti che sfociano in azioni di bullismo, intolleranze di origine razziale e abusi.

Rabbia ed energia aggressiva: istruzioni per l’uso

È necessario, invece, accogliere e promuovere l’idea che l’energia aggressiva sia, in realtà, energia vitale. Dal latino ad gredior (andare verso), l’aggressività è la forza che consente di riconoscere i propri diritti, di separarsi dai propri genitori, di affermare i propri bisogni e di gestire conflitti. La rabbia ci tutela e permette l’espressione e l’affermazione di sé. Si può dunque comprendere come la maggioranza delle difficoltà personali e relazionali dei bambini e dei ragazzi, come depressione, isolamento, bullismo e violenza, abbiano le loro radici nella mancata accettazione di questi sentimenti.

In questo momento storico in cui abusi, violenza di genere, intolleranze razziali sono drammaticamente presenti, diventa urgente promuovere una cultura dell’accettazione e della gestione sana di queste forze funzionali alla crescita. Solo in questo modo sarà possibile avere un’educazione emotiva che sostenga e non censuri i bambini di oggi e gli adulti di domani.

Brochure dell’evento

Gli appuntamenti di “Essere Bambino”

Diversi gli appuntamenti e i luoghi in cui si svolgeranno dal 10 novembre al 10 dicembre: il 10 e il 17 novembre a via Scarlatti e a via Toledo ci saranno punti di informazione sulla manifestazione e di sensibilizzazione sui temi; il 22 alla V Municipalità, è previsto un dibattito sulla rabbia con gli studenti degli Istituti Superiori di Napoli e le autorità del Comune e della Municipalità Vomero-Arenella.

Quest’anno la manifestazione prevede, inoltre, sette seminari interamente gratuiti e aperti a tutti, in cui psicologi e counselor proporranno una nuova visione teorica e metodologica della rabbia e dell’energia aggressiva.

Il 24 novembre e l’1 dicembre, dalle 17 alle 19, e il 10 dicembre, dalle 19 alle 21, presso la sede dell’associazione si terranno rispettivamente tre diversi seminari teorico-esperenziali aventi ad oggetto la rabbia a lavoro, la rabbia femminile e la rabbia verso se stessi.

Un messaggio da portare anche nelle scuole, per questo, si sono scelti quattro diversi istituti dove tenere altrettanti seminari, tutti dalle 15:30 alle 17:30.

In particolare il primo di questi si terrà lunedì 19 novembre alla D’Ovidio Nicolardi, e sarà un’introduzione al modello Oaklander e alla prospettiva psicologica e socioculturale sulla cui falsariga Oltre la tenda si muove; il 23, invece, alla Tito Livio, si terrà un seminario di sostegno alla genitorialità; il 27 alla sede del Pansini a piazza Quattro Giornate il tema è l’autodistruttività giovanile; il 4 dicembre all’Istituto Sesto Fava-Gioia il focus sarà come distinguere e dunque accogliere rabbia e capricci dei bambini più piccoli.

Programma completo

La partecipazione è gratuita ma è necessario prenotarsi scrivendo a oltrelatenda@gmail.com

Oltre la tenda, Uno Spazio per crescere 

Centro di psicologia infantile che offre servizi per la  famiglia, l'infanzia e l'adolescenza allo scopo di promuovere il benessere e attivare una rete di sostegno tra diverse figure professionali (psicologi, psicoterapeuti, counselor, medici, neuropsichiatri, logopedisti, psicomotricisti, nutrizionisti), la scuola e la famiglia stessa. Le principali attività svolte dall'Associazione sono: laboratori per bambini, gruppi di sostegno alla genitorialità, percorsi di counseling (supporto e orientamento psicologico) individuale e/o di gruppo, progetti nelle scuole.

Per maggiori informazioni: www.oltrelatenda.com