| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Martedì 21 Agosto 2018




L’estate a Napoli per le persone più fragili

I servizi attivi e i numeri utili per senza dimora, anziani e disabili

estate in cittaNel mese di agosto Napoli, come tutte le grandi città, si svuota. E se è vero che, ormai sempre di più si sceglie di andare in vacanza in altri periodi dell’anno (come a luglio o settembre, perché si sta meglio e si risparmia), è anche vero che per chi resta in città, in particolar modo, le persone più fragili o ai margini, l’estate agostana può essere particolarmente dura, complici il caldo e il venir meno di una serie di supporti e rapporti su cui contare.

Come sarà l’estate 2018 in città per le persone più fragili? Chiariamo subito un punto: non ci sarà nemmeno quest’anno il programma con cui l’amministrazione comunale, fino al 2015, con il nome “Estate Serena” garantiva attività, iniziative di pronto intervento ed eventi per il tempo libero, alle fasce deboli della popolazione. Resta, però, in piedi un sistema di servizi attivi tutto l’anno, anche nel periodo estivo, dall’accoglienza diurna e notturna per i senza dimora, alle mense dei poveri di origine religioso e laico, dalle unità mobili per chi vive in strada al telesoccorso che gestisce le emergenze sociali e sanitarie e svolge una raccordo tra le varie realtà cittadine attive ad agosto a Napoli. Paradossalmente, chi rischia di più sono le persone anziane, non solo per l’emergenza caldo, ma anche per la solitudine e lo sconforto che possono essere maggiori in questo periodo dell’anno. In loro soccorso, quando viene meno la rete familiari, ci sono associazioni di volontariato come l’Auser (ci sarebbe anche il numero verde 800 995988).

POVERI E SENZA DIMORA

In realtà, per i più poveri e chi vive per strada, un pasto caldo, degli indumenti, un servizio docce e un posto dove dormire si possono trovare anche in questo periodo dell’anno. Oltre a tutte le parrocchie che offrono accoglienza e ospitalità al centro storico di Napoli, non cala mai l’attenzione per i senza dimora, tra loro soprattutto migranti, da parte di Caritas, Comunità di S. Egidio, Croce Rossa, ma anche del mondo del volontariato laico e del terzo settore. Basti citare la Fondazione Massimo Leone, l’associazione Centro La Tenda e gli Amici di strada-Angeli di Villanova, realtà sempre operative, anche ad agosto.

Sono attive, inoltre, per tutto agosto, le due unità mobili di strada, una gestita da Gesco, l’altra dalla cooperativa sociale Il Camper, sul territorio cittadino, tutti i giorni dalle 8 alle 21.

Dove appoggiarsi e mangiare

A Napoli, i senza dimora possono fermarsi a rinfrescarsi e mangiare qualcosa in moltissime chiese e mense della città, oltre che in alcune strutture di accoglienza diurna e a bassa soglia, che offrono anche assistenza sanitaria e orientamento.

Qualche esempio:

DROP IN (presidio sanitario della Asl Napoli 1 Centro gestito dal gruppo Gesco attraverso la cooperativa sociale Dedalus) – Via Postica alla Maddalena n. 42, Stazione Centrale

CENTRO DI COORDINAMENTO SALVATORE BUGLIONE (cooperativa Il Camper)– Via Pavia 129, Vasto

HELP CENTER (Associazione Centro La Tenda) - Corso Meridionale, interno Stazione Centrale, binario

COOPERATIVA SOCIALE LA LOCOMOTIVA - presso Scarp’de Tenis, Via Tinchera 7.

Dove dormire

Qui, invece, le strutture in cui trovare un porto sicuro, in alcuni casi anche un pasto caldo, sicuramente un posto letto (si spera disponibile), anche ad agosto, molte sono, anche qui, di origine religiosa.

CENTRO DI PRIMA ACCOGLIENZA-EX DORMITORIO PUBBLICO Comune di Napoli - Via Giuseppe de Blasis 10

CENTRO DI ACCOGLIENZA NOTTURNA (Associazione Centro La Tenda) - Via Sanità 95

ISTITUTO SANT'ANTONIO LA PALMA (Onlus La locomotiva) -Salita Mauro 21

CASA GAIA (Fondazione Massimo Leone, dormitorio 10 posti letto) - Via Vespucci 9

CASA GIOVANNA ANTIDA (Caritas Diocesana, accoglienza donne, dormitorio 7 posti letto) -Vico San Guadioso 5

CASA CRESCENZIO (Caritas Diocesana, dormitorio 30 posti letto, anche assistenza medica e psicologica) - Via Sanità 96

SUORE DELLA CARITA’ (Dormitorio 17 posti letto e assistenza sanitaria e psicologica) - vico Panettieri 44/a

Assistenza sanitaria

Oltre ad alcuni presidi ospedalieri garantiti, è attivo anche il poliambulatorio dell’OPERA ASSISTENZIALE BERNARDO GIOVINO DELLA AUGUSTISSIMA ARCICONFRATERNITA DELLE SS TRINITÀ DEI PELLEGRINI E CONVALESCENTI, con un servizio di bassa soglia, assistenza sanitaria di medicina generale, chirurgia, ginecologia, ortopedia, oncologia, oculistica - Piazza Santa Maria la Nova 8.

Un altro ambulatorio di medicina generale infermieristica e pediatria è gestito da EMERGENCY ONG ONLUS, che svolge anche mediazione culturale e linguistica - Via Luca Pacioni 95.

Tutte le altre informazioni, con i numeri utili si trovano sulla mappa del Comune di Napoli:

http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/30415 

RAGAZZI E MINORI A RISCHIO

Il Comune di Napoli fa sapere che per tutta l’estate proseguiranno le attività del Cento polifunzionale S. Francesco a Marechiaro. Ogni settimana, fino al 9 settembre, circa 50 ragazzi dai 6 ai 16 anni potranno usufruire dei soggiorni estivi gratuiti nella struttura, accolti su richiesta diretta delle famiglie ai Servizi Sociali Municipali o su segnalazione diretta degli stessi, con un calendario di attività ludiche, sportive e ricreative suddivise in base all'età. Saranno favorite le fasce più fragili della cittadinanza.  FAMIGLIE

Per le famiglie napoletane, sono attivi anche ad agosto i Poli territoriali per le famiglie: servizi di mediazione familiare e spazi neutri, dislocati in ognuna delle dieci Municipalità cittadine, con personale qualificato (assistenti sociali, psicologi) a disposizione.

DISABILI E ANZIANI

Per il periodo estivo, funzionerà regolarmente il servizio di Assistenza domiciliare per anziani e disabili, che potranno anche contare sulla gestione delle emergenze che fa capo alla Centrale Operativa Sociale (COS).

UN NUMERO SEMPRE ATTIVO PER EMERGENZE E INFORMAZIONI: ECCO LA COS

Funziona tutto il mese di agosto, 24 ore su 24, anche la Centrale Sociale Operativa (COS), gestita dal gruppo di imprese sociali Gesco per il Comune di Napoli.

La Centrale è contattabile tutti i giorni, comprese le domeniche e festività, giorno e notte, al numero 081 5627027 dove operatori specializzati rispondono alle segnalazioni e alle richieste di aiuto attivando l’intervento più adeguato, mettendo in diretto collegamento i servizi del Comune di Napoli con quelli di cooperative sociali e associazioni del territorio.

La centralina, in particolare, attiva servizi di pronto intervento per emergenze di salute, emergenze sociali e/o emergenze climatiche:

  • Risponde alle segnalazioni di casi di minori in stato di abbandono, minori stranieri non accompagnati, donne vittima di violenza, persone senza fissa dimora e/o in difficoltà.
  • Attiva l’intervento di operatori, soccorritori amici, servizi sociali, associazioni di volontariato e cooperative sociali del territorio.
  • Attiva l’intervento di pronto soccorso secondo le necessità, l’invio dell’autoambulanza, della guardia medica, degli altri soccorsi pubblici e, qualora richiesto, di medici specialisti a domicilio (con spesa a carico degli utenti).
  • Allerta il servizio di 118 quando necessario.
  • Adotta misure di prevenzione delle emergenze di salute nei giorni di caldo o di freddo estremo. Effettua un monitoraggio costante della situazione meteorologica  sulla base del bollettino giornaliero del Ministero della Salute e predispone un piano di allerta. Informa sui comportamenti da adottare in caso di ondate di caldo o di freddo e sui servizi sociali e sanitari del territorio.

La COS, inoltre, ha in carico circa 300 utenti per il servizio di Telesoccorso, ovvero un apparecchio speciale installato in casa delle persone anziane o con varie problematiche che, con un tasto di “SOS” per le emergenze, possono collegarsi direttamente con un operatore. E ogni settimana effettua un “telecontrollo” per verificare le condizioni psico-fisiche dell’utente e il funzionamento dell’apparecchiatura installata.

Infine, per tutti i cittadini, la centralina di Napoli svolge anche una funzione di Segretariato Sociale, fornendo informazioni su tutti gli interventi sociali e i servizi offerti dal Comune di Napoli come assegni sociali e contrassegno H.

Maria Nocerino