| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Domenica 19 Agosto 2018




Movida a Napoli: una nuova ordinanza a tutela della sicurezza urbana e in contrasto all’inciviltà

Movida a NapoliÈ stata divulgata ieri dal Comune di Napoli, la nuova ordinanza sindacale che introduce nuove misure per contrastare i fenomeni di degrado e di inciviltà che lederebbero la salute e la libertà dei cittadini.

Nello specifico, l’ordinanza interviene su diversi settori: dagli orari di vendita di alcolici dopo un determinato orario alle emissioni sonore alla pulizia, fino alla tanto discussa figura del parcheggiatore abusivo.

Gli orari dei locali commerciali e la tutela della quiete e dell’incolumità pubblica

Per quanto concerne la vendita di bevande alcoliche si legge nell’ordinanza che “si rende necessario introdurre delle limitazioni agli orari di vendita di bevande in contenitori di vetro e/o lattine, anche con riferimento agli esercizi di vicinato di piccola, media e grande distribuzione che non potranno vendere alcool da asporto a partire da un determinato orario”.

L'orario di chiusura degli esercizi è stabilito dalla domenica al mercoledì alle ore 02:30 del giorno successivo, mentre dal giovedì al sabato alle ore 03:30 del giorno successivo.

Introdotte anche nuove misure che andrebbero a vantaggio anche dei residenti delle aree interessate che spesso sono vittime di una movida rumorosa e scellerata. La limitazione riguarda le emissioni sonore dei locali e l’utilizzo di amplificatori o percussioni in strada. “Ogni esercizio commerciale dovrà garantire che i relativi locali di pertinenza siano dotati di misure tecniche tali da evitare che suoni e rumori siano percepibili all'esterno dopo le ore 24:00; vanno, altresì, poste limitazioni anche all’utilizzo su strada di amplificatori e/o percussioni al di fuori delle fasce orarie seguenti - dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle 17:00 alle ore 21:00.”

Le multe per il mancato rispetto di tali provvedimenti partirebbe dei 500 €  

Sicurezza e controllo del territorio – Parcheggiatori abusivi

L’ordinanza intensifica anche i controlli della Polizia Locale per contrastare gli episodi di violenza tra i minori e l’uso di armi e coltelli. È contrastato anche l’esercizio dell’attività del parcheggiatore abusivo “in quanto rappresenta un problema molto sentito dai cittadini e un cospicuo danno per le casse comunali e per le attività di sosta autorizzate. Tale fenomeno limita l’accessibilità e la libera fruizione degli spazi urbani”.

Nello specifico le multe previste sarebbero dai 1000 € ai 3500 € con un aumento del doppio in caso di reiterazione e coinvolgimento di minori, con allontanamento dal luogo di commissione del fatto.

Igiene e Decoro degli spazi urbani

Attenzione è posta anche alla pulizia ed alla tenuta degli spazi pubblici e alla raccolta dei rifiuti derivanti dall’esercizio delle attività commerciali, “come esercizi specializzati nella vendita di bevande, gelaterie, gastronomie, rosticcerie, pasticcerie, yogurterie, friggitorie, paninoteche, takeaway, fast food, cornetterie, pizzerie a taglio e da asporto, kebaberie, specialità da forno e vendite di prodotti comunque collegabili anche all'attività di panificazione, purché svolte in maniera esclusiva o prevalente come esercizio di impresa individuale o collettiva”.

Anche gli esercenti, in aggiunta al lavoro svolto dall’ASIA, devono provvedere al mantenimento della pulizia e dell’ordine negli spazi antistanti al locale negli orari di apertura, garantendo un servizio di pulizia aggiuntivo svolto subito dopo la chiusura.

Giovanna Amore