| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Martedì 26 Maggio 2020




A Procida “Il mondo salvato dai ragazzini”

Un progetto rivolto ai bambini e ai ragazzi dell’isola nel ricordo di Elsa Morante

Il mondo salvato dai ragazziniSaranno i locali dell’opificio dell’ex carcere borbonico di Terra Murata, a Procida, ad ospitare simbolicamente la prima edizione della manifestazione “Il mondo salvato dai ragazzini”, in programma l’1 e il 2 giugno nell’isola tanto amata e omaggiata da Elsa Morante. Nell’auspicio che proprio quel luogo, in cui un tempo si trovavano i reclusi dell’isola, possa essere “liberato” e fatto rinascere a nuova vita, grazie ai talenti creativi dei più giovani.

L’iniziativa è stata tenuta a battesimo ieri dal vibrante reading degli attori di Rosaria De Cicco e Nello Mascia, che hanno recitato alcuni stralci tratti proprio dal libro della Morante “Il mondo salvato dai ragazzini”, a cui si richiama il progetto.

Il mondo salvato dai ragazzini 1

“Il mondo salvato dai ragazzini”, il progetto, la manifestazione 

“Il mondo salvato dai ragazzini” è un progetto culturale, formativo e sociale che mette al centro l’importanza della lettura e della creatività a partire dai più giovani. Ad essere coinvolta è stata tutta la comunità “educante” dell’isola di Procida: le scuole di ogni ordine e grado, con i loro docenti e dirigenti scolastici, insieme ai tutor delle associazioni. Circa 340 studenti, dai 3 ai 15 anni, hanno partecipato a un vero e proprio laboratorio creativo partito ad ottobre 2017 e che si concluderà con una grande festa l’1 e il 2 giugno (programma completo della due giorni).

I bambini e ragazzi procidani si sono confrontati con i vincitori del premio di letteratura giovanile a cui è legata la manifestazione - Chiara Carminati (con La signora degli abissi, Editoriale Scienza); Ornella Della Libera (I nuovi casi dell’agente speciale Blondie, Rizzoli); Antonio Ferrara (con il romanzo Zo’, San Paolo) e Gek Tessaro (autore dell’albo illustrato/spettacolo Il circo delle nuvole, Lapis) – reinterpretandone i testi in diversi linguaggi espressivi.

L’obiettivo finale della manifestazione, organizzata nel cinquantesimo anniversario del visionario testo morantiano, è quello di rendere Procida sempre più “child-friendly”, amica delle bambine e dei bambini.

L’iniziativa è promossa dal Comune di Procida (assessorato alla Cultura e alla Politiche giovanili) e ideata e curata dall’associazione culturale Kolibrì, con la collaborazione del mensile “Andersen – il mondo dell’infanzia”, Agita Teatro e le due librerie dell’isola (Graziella e Nutrimenti), e il supporto della Fondazione Banco di Napoli.

La presentazione presso la sede della Fondazione Premio Napoli

“L’azione culturale dell’Associazione Kolibrì è garanzia di qualità nel campo della civiltà dell’infanzia, in piena sintonia con lo spirito della Fondazione - afferma il presidente della Fondazione Premio Napoli, Domenico Ciruzzi - Non c’è sicurezza senza crescita culturale, investimento nel welfare e una educazione precoce alla bellezza”. Ciruzzi annuncia anche che la Fondazione da lui guidata si farà promotrice di un premio di letteratura per ragazzi.

“Questo progetto – aggiunge il sindaco di Procida, Raimondo Ambrosino –rafforza lo storico legame tra l’isola e Napoli, con un omaggio a Elsa Morante che celebra la partecipazione attiva dei nostri bambini”. Una “piccola isola ma con una grande scuola” gli fa eco la dirigente scolastica Giovanna Martano, napoletana da tre anni a Procida. “Procida salvata dai ragazzini è anche una sfida – spiega la presidente di Kolibrì, Donatella Trotta - Un cammino condiviso, una fucina di idee in movimento che aspira a creare ponti con altre realtà, nel segno dei più giovani e dei beni relazionali”.

Programma completo della due giorni

Intervista al presidente della Fondazione Premio Napoli Domenico Ciruzzi

Intervista al sindaco di Procida Raimondo Ambrosino

Intervento degli attori Nello Mascia e Rosaria De Cicco

Maria Nocerino

agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
napoliclick
amicar 500

Archivio Napoli Città Sociale