Mediterranean Pride Of Naples 2016: diritto e territorio i temi di questa edizione

gay pride 2016Napoli Città Solidale e Gesco sostengono ilMediterranean Pride of Naples che si terrà sabato 28 maggio a Bagnoli, nell’area dell’ex Nato. Il Per la prima volta il Pride si sposta dal centro alla periferia di Napoli, in un quartiere che negli ultimi anni è divenuto luogo di riscatto sociale e culturale e che  diventa la location ideale per questa edizione 2016. 

Il corteo arcobaleno partirà alle ore 15.30 da Piazzale Tecchio (Metro Campi Flegrei) e terminerà in via della Liberazione (Bagnoli) in serata inoltrata. 

Una scelta di territorio voluta fortemente dal Coordinamento Campania Rainbow e dal Comitato del MPoN per sottolineare la volontà di far comprendere alla politica territoriale e nazionale che l’investimento sui diritti civili e sulla felicità dei propri cittadini e della proprie cittadine può portare benessere, sviluppo e lavoro anche in zone della città non centrali.

Territorio, quindi, ma anche e soprattutto diritti.

In una data importante, quella del 70esimo anniversario del referendum che sancì la nascita della Repubblica, la comunità LGBT intende lanciare un segnale importante di rispetto per la Costituzione e per i principi di libertà, giustizia ed eguaglianza che la ispirarono.

Molte le lotte che quest’anno gli organizzatori intendono portare alla luce, come l’apertura di sportelli d’ascolto e di case di accoglienza per chi subisce violenze di natura omo-trans fobica ma anche la piena attuazione della direttiva dell’Unione Europea (la 2000/78/CE) per la parità di trattamento in materia di occupazione, come pure il contrasto alle discriminazioni in ambito sportivo e la garanzia del diritto alla salute e alla diversa “accoglienza” nelle strutture sanitarie, che di fatto non riconoscono ancora l’esistenza della transessualità. Inoltre il Pride si batterà anche per riattivare le campagne regionali d’informazione sulla prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale e sull’utilizzo del preservativo, garantendo i diritti delle persone sieropositive.

Non solo battaglie legate al mondo LGBT, ma anche azioni contrasto ad ogni tipo di discriminazione e disagio sociale. Tra i temi, infatti, anche il riconoscimento della cittadinanza ai minori stranieri nati in Italia e il miglioramento delle condizioni dei detenuti nelle carceri.

Diversi gli eventi in programma per la manifestazione di cui Napoli Città Solidale  è media partner:

Per info sugli eventi:

http://napolipride.org/

Giovanna Amore