| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
venerdì 27 Gennaio 2023




Il giorno della Memoria a Napoli

auschwitzSi celebra in tutta Italia il 27 gennaio, è il Giorno della Memoria, istituito per  ricordare lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. A Napoli il programma di manifestazioni per mantenere vivo il ricordo e attraverso di essa tenere alta l’attenzione contro ogni forma di razzismo e discriminazione culturale, sociale e politica.

Per "Ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati" come prescrive la  legge 211 del 20 luglio 2000, a Napoli sono davvero tanti gli appuntamenti.

È stato inoltre reso noto anche il calendario della VII edizione di "Memoriae" il progetto istituzionale della Fondazione Valenzi   per le celebrazioni del Giorno della Memoria, promosso in collaborazione con l’Associazione Libera Italiana. Lo scorso anno, la mattina del Giorno della Memoria (27 gennaio 2015) al Maschio Angioino fu consegnata la Stella di David, l’onorificenza simbolica dedicata agli eroi del nostro tempo, con la testimonianza di Tullio Foa, ex alunno della classe speciale per fanciulli ebrei della scuola “Luigi Vanvitelli”, premiato per la sezione Memoriae della Shoah. Quest'anno, il progetto oltrepassa i confini campani promuovendo e organizzando alcune delle iniziative in altre regioni italiane.

Segnaliamo alcuni tra i principali e più significativi che si svolgeranno a Napoli: domenica 24 gennaio alle 18, presso la Sinagoga di Napoli, il concerto “Raiz e Radicanto” (ingresso € 15 con prenotazione a napoliebraica@gmail.com); mercoledì 27 alle 19 all’Istituto Grenoble, la proiezione film “Hannah Arendt” di Margarethe von Trotta (a cura dell’Institut français di Napoli e il Goethe Institut Neapel); mercoledì 3 febbraio alle 17 a Palazzo San Giacomo, la presentazione del libro “Una vita qualunque” di Yigal Leykin (con interventi di Dario Colicchio, Raffaele Esposito, Annamaria Palmieri, Nico Pirozzi). Qui sotto il programma completo degli eventi previsti.

“Riteniamo – dichiara la presidente Lucia Valenzi – che fare testimonianza attiva e partecipata della memoria debba necessariamente slegarsi dalla logica ingessata della celebrazione annuale, ma dispiegarsi in un orizzonte, temporale e geografico, di racconto continuativo, educativo e concertato della storia contemporanea. Ciò è necessario per contrastare nelle fondamenta le vecchie e nuove follie delle ideologie totalizzanti, del terrorismo e dell’odio del diverso da sé. Sarebbe importante ottenere che le Istituzioni facciano proprio questo impegno negli anni futuri concorrendo agli sforzi fatti con impegni precisi, stabili e strutturali”.   

“Rispetto alle precedenti edizioni – sottolinea il coordinatore Nico Pirozzi – l’evento di quest’anno presenta due novità. In primo luogo abbiamo privilegiato le tematiche legate all’immigrazione, attraverso il conferimento del riconoscimento riservato alle vittime della criminalità ad Anatolij Korol, l’immigrato ucraino ucciso nel tentativo di sventare una rapina e quello per l'impegno civile alla Marina Militare Italiana, la cui presenza nel Canale di Sicilia è stato determinate nelle operazioni di salvataggio di migliaia di migranti. L’altro aspetto riguarda la dimensione del progetto ‘Memoriae’, che quest’anno per la prima volta varca i confini regionali, con due eventi in programma in provincia di Lucca ed uno in provincia di Cosenza”.

Tante cerimonie, dunque, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, che coinvolgono scuole di ogni ordine e grado per riflettere non solo su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti ma anche sul come conservare nel futuro dell’Italia e dell'Europa la memoria di un periodo tragico ed oscuro perché simili eventi non possano mai più accadere.

Programma

agendo 2023 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
gesco 30 anni
napoliclick
Amicar banner 500

Archivio Napoli Città Sociale