| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
venerdì 27 Gennaio 2023




Sociale: l'anno che verrà (si spera)

father sonIl 2016 è appena cominciato: chiedersi quali provvedimenti andranno ad influire sul nostro welfare nei prossimi 12 mesi è non solo giusto ma anche necessario anche rispetto ad indagini come quella sul  “Reddito e condizioni di vita”, condotta dall’Istat nel 2014 su 19.663 famiglie in cui è chiaro che il rischio povertà riguarda quasi la metà dei residenti nel Sud (45,6%).

Chi vive nel Mezzogiorno e nelle isole è, insomma, più a rischio povertà del resto degli italiani: in Campania, il livello è del 49% (L'indicatore si riferisce al 2014 per 100  persone con le stesse caratteristiche) che se paragonati ai 18,1 punti della Lombardia ci fa capire quante e quali sono le diseguaglianze.

Ci sono, però, norme approvate a livello di governo centrale di cui non possiamo valutare l'efficienza perché subordinata ai prossimi mesi, ma che promettono di influire su molti contesti della nostra vita per migliorarne le condizioni. NapoliCittaSolidale ve ne parlerà in due puntate. Ecco la prima.

Per prima cosa c'è il Bonus cultura giovani del  "piano cultura" del Governo Renzi inserito nella legge di Stabilità 2016: si tratterà di una card elettronica che riceveranno tutti i ragazzi che compiranno 18 anni in questo anno. 500 euro da usare per teatri, musei, mostre, aree archeologiche e per l'acquisto di libri saranno sufficienti? Occorre soffermarsi  su questo provvedimento giacché al Sud quasi un quarto dei minori non si può permettere attività del genere e la povertà educativa è una realtà.

Una misura che riguarderà, invece, non solo i giovani ma anche i loro genitori è la  Carta della famiglia prevista anche questa nella Legge di Stabilità 2016: il Governo prevede che sia destinata ai nuclei familiari con almeno 3 figli minori a carico. Le famiglie interessate non sono solo quelle formate da cittadini italiani ma anche da stranieri regolarmente residenti nel nostro Paese. La validità sarà biennale e i servizi cui si avrà accesso sono di tipo culturale, sportivo, ludico, turistico e per i trasporti pubblici. Sarà rilasciata dai Comuni ma non si sa ancora come, quando e quali saranno i criteri per l'accesso: di certo c'è che saranno legati all'ISEE ma saranno definiti entro tre mesi con un decreto apposito. Servirà, inoltre, anche per la creazione di Gruppi di Acquisto Familiare o  Solidale.

Sempre a riguardo delle famiglie, nel 2016 i neo-papà avranno diritto a due giorni di congedo obbligatorio  che possono essere goduti anche in via non continuativa e comunque nei primi 5 mesi dalla nascita del figlio: si tratta di una delle misure volte a migliorare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e inserite nella Legge di Stabilità 2016 insieme alla possibilità di usufruire per le mamme lavoratrici ( dipendenti del settore pubblico o privato,  iscritte alla Gestione Separata, libere professioniste o lavoratrici autonome) di un  Voucher Babysitting o del  Voucher Asili nido:  il contributo dovrebbe attestarsi sui 600 euro per circa 3 mesi -  anche se l'operatività dei vouchet, i criteri di accesso e i modi per usufruirne saranno definiti solo nelle prossime settimane e cioè entro l’1 marzo 2016 -  ma la misura si preannuncia importante  perché finalizzata a coprire le spese per una babysitter o per la retta presso un asilo nido.

In attesa della seconda puntata, vi invitiamo a scriverci e a discutere con noi di questi provvedimenti sulla pagina facebook di NapoliCittaSolidale.

agendo 2023 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
gesco 30 anni
napoliclick
Amicar banner 500

Archivio Napoli Città Sociale