Accordo sull’assistenza scolastica ai disabili

C’è l’impegno del sindaco per la Città Metropolitana

disabili alunniL’assistenza scolastica agli studenti disabili dovrebbe partire senza intoppi a settembre. Proficuo l’incontro che si è svolto a Palazzo San Giacomo lo scorso 11 agosto, tra una delegazione della Federhand/Fish Campania composta dalle associazioni di Napoli e Provincia (Aipd, Fiadda, Marcello Castiglione, Dpi, Famiglie in rete, Aism, @uxilia) e Luigi de Magistris, in qualità sia di sindaco di Napoli e che di responsabile della Città Metropolitana.

Dal confronto – rileva Federand/Fish in una nota – è emerso l'impegno concreto del sindaco De Magistris nei confronti degli studenti che afferivano alla Provincia di Napoli. Il sindacato ha comunicato ai rappresentati delle varie associazioni presenti che nel bilancio approvato di recente, sono stati stanziati 2,5 milioni di euro per le politiche sociali, di cui una quota è destinata ai servizi per gli studenti con disabilità delle scuole superiori (servizi per la comunicazione, l'autonomia e il trasporto) dell’area metropolitana. L’assistenza agli studenti con disabilità con la legge Del Rio non è più di competenza delle Province ma della Regione, che ad oggi ancora non ha legiferato in materia (avrebbe dovuto farlo entro il 1 Gennaio 2015). Nonostante la non l’obbligatorietà, il sindaco si è assunto l’impegno ad affrontare la situazione di emergenza e di garantire il diritto allo studio anche alle persone con disabilità della Città Metropolitana di Napoli. Il presidente di Federhand/Fish Campania Daniele Romano ha  chiesto al sindaco di farsi da portavoce con la Regione per fare in modo che anche   gli altri studenti campani abbiamo gli stessi servizi garantiti. Oltre al tema della scuola, sono stati affrontati gli argomenti dell'accessibilità, dei servizi dei parcheggi destinati ai disabili, del centro per l'impiego e delle politiche per la vita indipendente. L’assessore regionale alle Politiche sociali Lucia Fortini ha ribadito la volontà da parte del Presidente De Luca di risolvere la questione entro la fine di agosto, non appena riprenderanno le attività istituzionali. “Possiamo ritenerci soddisfatti a metà - afferma Daniele Romano - parlando a nome di tutta la Federazione, almeno per quanto riguarda la Città Metropolitana di Napoli: questa volta la politica non è stata a guardare e si è assunta la responsabilità di garantire il diritto allo studio a tutti i cittadini! Adesso attendiamo la Regione con la speranza  agisca nella stessa direzione e determinatezza  di De Magistris in modo che l’anno scolastico inizi per tutti”.

Sergio D'Angelo