| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Martedì 26 Maggio 2020




Estate a Napoli: come passarla?

Sociale, cultura e tempo libero per chi resta in città

piazza plebiscitoLe fasce deboli - Noi di Napoli Città Solidale, come è giusto che sia, ci chiediamo quanto l’estate 2015 a Napoli sarà “sociale”: come trascorreranno i mesi più caldi dell’anno anziani, disabili, bambini, ragazzi e, più in generale, il numero sempre maggiore di cittadini che, per diverse ragioni, resterà in città?

Il Comune di Napoli per il 2015, almeno fino ad oggi, non ci risulta (dal sito istituzionale www.comune.napoli.it) abbia lanciato un Piano specifico di attività, iniziative ed interventi a favore delle cosiddette fasce deboli, come ha fatto negli anni passati, con “Estate Serena” o “Estate Ragazzi”.

L’unica iniziativa che al momento risulta “solidale” è quella che ha come protagonisti i bimbi del Saharawi - che saranno ospitati fino al 30 luglio presso la scuola Cimarosa in via Posillipo – a cui hanno fatto visita ieri, 13 luglio, il sindaco Luigi de Magistris e l’assessore al welfare Roberta Gaeta: si tratta comunque di un progetto di accoglienza promosso da un’associazione, Bambini senza Confini.

Restano in piedi tutte le attività svolte ordinariamente dall’amministrazione comunale per le persone fragili, a partire dalla Centrale Operativa Sociale (COS).

Per chi non lo sapesse, si tratta di un Front-office telefonico (attivo 24 ore su 24 al numero 0815627027) con attività di informazione e orientamento al cittadino nell’accesso ai servizi offerti dal Comune e alle rete delle risorse attive sul territorio. La COS funziona anche come numero per la gestione delle emergenze sociali: la centrale interviene su segnalazione, attivando risorse istituzionali e rete informale per fornire risposte adeguate a persone senza fissa dimora e/o in difficoltà, e come telesoccorso a sostegno (per maggiori informazioni: www.comune.napoli.it).

Gli eventi culturali

L’amministrazione comunale non lesina, invece, quando si tratta di promuovere eventi legati al tempo libero e alla cultura. Per il 2015 il cartellone è “FemmeNa - alle origini della creatività”, in omaggio all’arte e alla creatività femminile. Il programma della manifestazione – che prevede eventi fino al 27 settembre 2015 - è punteggiato da lavori creati, interpretati  da donne o ispirati alla vita di donne comuni e donne famose, a partire alla sirena Parthenope a cui legato il mito della nascita della città.

La kermesse è incentrata su quattro luoghi di particolare pregio storico-artistico: il Maschio Angioino, il Convento di San Domenico Maggiore, il Pan|Palazzo delle Arti Napoli e la Casina Pompeiana in Villa Comunale. Il Maschio Angioino, in particolare, ospiterà la rassegna “Ridere”, spettacoli tutti da ridere, appunto, o per sorridere, in programma fino al 6 settembre (inizio alle 9.30; bisogna prenotare secondo le indicazioni del programma), con protagonisti, tra gli altri, alcuni dei comici del team di Made in Sud, I Ditelo Voi, Peppe Iodice e Rosalia Porcaro (per maggiori dettagli scarica il programma Ridere).

Durante le oltre 70 giornate di attività, si susseguiranno performance teatrali e musicali, concerti, reading, danza e mostre, eventi legati alla tradizione, altri all’innovazione, tutti realizzati grazie all'impegno e al talento di centinaia di artisti e decine di operatori culturali, associazioni e promoter. In programma anche itinerari storico-naturalistici in alcuni dei luoghi più suggestivi di Napoli per la “Città estesa” (per maggiori dettagli scarica il programma generale).

Le rassegne di cinema

Un capitolo a parte merita il cinema. Gli appassionati dovranno rassegnarsi al fatto che la tradizionale rassegna di cinema all’aperto del Parco del Poggio “Accordi e Disaccordi” non è ancora partita (sul sito istituzionale c’è scritto che comincia a luglio e finisce a settembre, ma non c’è alcun programma).

Per i cinefili che rimangono in città, non resta che andare a Fuorigrotta, alla Mostra de’Oltremare, che fino alla fine del mese di luglio ospita un ciclo di proiezioni cinematografiche a tema. In particolare, il parco dedica il giovedì all’aperitivo e al cinema all’aperto con la rassegna a cura della Stella Film che avrà come tema principale musical, film e documentari sui vari generi musicali e sulla vita di artisti famosi (ingresso cinema 3 euro; inizio film 21.30).

Poco fuori città, a San Sebastiano al Vesuvio un altro bel parco sotto cieli stellati farà da suggestiva cornice alla ormai tradizionale rassegna cinematografica curata dall’Arcimovie “Cinema intorno al Vesuvio”. Il meglio che vi siete persi durante l’anno, intervallato da qualche anteprima, in programma nell’oasi naturale del Vesuvio fino al 31 agosto (per maggiori dettagli scarica il programma completo).

WCT banner
napoliclick
amicar 500

Archivio Napoli Città Sociale