| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Domenica 4 Dicembre 2022




Missione in Ucraina di Mediterranea e Gesco: a Napoli l’ultimo bus

gescoperlapaceRientra oggi, domenica 20 marzo 2022 alle ore 15 circa all’Ospedale del Mare, l’ultimo bus di profughi ucraini portati in Italia dagli attivisti dell’associazione Mediterranea Saving Humans e dagli operatori del gruppo di imprese sociali Gesco, grazie al supporto del CNA e a tanti cittadini che hanno contribuito con una raccolta fondi.

Grazie anche alle associazioni Un ponte per e Libera di Napoli per il dono di beni di prima necessità che sono stati portati ai rifugiati nei campi profughi polacchi, e a tante famiglie campane che, oltre a donare coperte e vestiario caldo, stanno accogliendo donne e bambini presso le loro case.
A bordo dell’ultimo bus ci sono ventuno persone accolte in un campo profughi tra la Polonia e l’Ucraina e sfuggiti alla guerra, tra cui alcune persone malate e una donna che sarà operata d’urgenza per un tumore.

Tornano anche quattro studenti dell’Ecuador e una studentessa colombiana con due gatti al seguito, che erano in Ucraina per studiare.
Stanotte l’Ospedale del Mare ha accolto trentacinque donne e bambini, tra cui persone ferite per le bombe, arrivati alle 4 con il secondo bus: dopo le procedure di rito (controlli Covid e registrazione come rifugiati) domani saranno accompagnati presso le famiglie che li ospiteranno.
Gli operatori di Gesco ieri sera intanto alle 19.30 insieme con il presidente Sergio D’Angelo e gli autisti del servizio Amicar hanno accolto ventuno persone arrivate all’hub della Mostra d’Oltremare con il primo dei tre bus partiti da Napoli mercoledì scorso.

Gesco si è attivato per l’accoglienza presso le loro famiglie o abitazioni private per chi non aveva parenti qui a Napoli. Alcuni sono stati accompagnati in provincia di Caserta.
La capomissione Laura Marmorale, attivista di Mediterranea e coordinatrice del gruppo Gesco, insieme con gli altri attivisti e volontari che hanno partecipato alla missione Safe Passage in Ukraina, ha diffuso la seguente dichiarazione finale:
«Arriverà tra le 15 e le 15.30 l’ultimo autobus della missione “Safe passage in Ukraina” che ha garantito complessivamente un passaggio sicuro in Italia a quasi 100 persone in fuga dalla guerra. Abbiamo girato i centri di accoglienza del confine polacco - ucraino, dove abbiamo visto l’orrore della guerra sui volti di migliaia di persone. Li stiamo portando al sicuro e siamo certi che c’è bisogno di altre missioni di questo tipo. L’impegno per fermare la guerra e soccorrere le vittime deve continuare. Ringraziamo tutti quelli che ci hanno sostenuto, in tantissimi hanno fatto la loro parte. E siamo certi che in tanti ancora vorranno continuare ad impegnarsi.

Ci vediamo alle 17 all’Ospedale del Mare di Napoli, dove arriverà l’ultimo autobus, per un saluto e per dire tutto insieme “Benvenuti” a chi è scappato dalla guerra».

 
agendo 2023 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
gesco 30 anni
napoliclick
Amicar banner 500

Archivio Napoli Città Sociale