| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Domenica 22 Maggio 2022




Aiutare la ricerca sul cancro semplicemente dormendo: arriva l’app DreamLab

coverUna app che sfrutta la potenza di calcolo del cellulare, quando è in carica, per elaborare calcoli e aiutare la ricerca sul cancro. Fondazione Vodafone e Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro uniscono le forze con un progetto disponibile su DreamLab, l’app che trasforma lo smartphone in un prezioso strumento per accelerare la ricerca grazie al calcolo distribuito.

Il traffico di dati che ogni singolo utente potrà donare aiuterà a caratterizzare ogni singola cellula, trasformando lo smartphone in un potente strumento per contribuire a tracciare gli identikit e incrementare la conoscenza sul funzionamento dei tumori, al fine di individuare cure efficaci

DreamLab, ideata e sviluppata da Fondazione Vodafone, è l’app gratuita che consente a chiunque abbia uno smartphone di contribuire alla ricerca in campo medico, semplicemente dormendo. La potenza di calcolo degli smartphone – normalmente impiegata per posta elettronica, app, streaming di video o musica – è infatti una risorsa inutilizzata durante la notte. Quando lo smartphone è inutilizzato e collegato alla rete elettrica, DreamLab scarica piccoli pacchetti di dati e li restituisce ai ricercatori una volta elaborati, dando un supporto attivo alla ricerca che stanno svolgendo.

interno 0

Il progetto di ricerca di AIRC (L’esploratore delle cellule tumorali), realizzato in collaborazione con IFOM, mira a individuare le cellule più responsabili dei diversi tipi di tumori: nell’ambito del progetto, ogni cellula viene schedata e di ciascuna viene tracciato un identikit per individuare le più pericolose e poi colpirle.

“Il nostro obiettivo è la caratterizzazione dell’ecosistema tumorale e in particolare delle relazioni tra sistema immunitario e cellule tumorali - spiega Massimiliano Pagani, responsabile del laboratorio di Oncologia Molecolare e Immunologia dell’istituto IFOM di Milano - Per velocizzare i tempi occorre un’elevata potenza di calcolo, quindi il contributo di tutti i ‘dreamers’ sarà fondamentale”.

Sono 1,4 milioni i dreamers in tutto il mondo, e un quarto di essi è italiano. Ognuno di loro sta dando un contributo concreto alla ricerca, a testimonianza di quanto le nuove tecnologie possano essere uno strumento prezioso per l’innovazione sociale e per il miglioramento della vita delle persone.

L’approccio del calcolo distribuito riduce infatti drasticamente il tempo necessario per l’analisi di grandi quantità di dati. In questo progetto si prevede di utilizzare in totale circa 2.400.000 ore di calcolo sui cellulari: se con un computer dotato di un processore a “otto core”, attivo 24 ore su 24, sarebbero necessari circa 12.500 giorni, con una rete di soli 1.000 smartphone, attivati per sole sei ore a notte, il tempo necessario si riduce di circa 30 volte.

interno 1

DreamLab ha sostenuto in Italia anche il progetto di ricerca “Genoma in 3D”, condotto con il sostegno di AIRC presso IFOM, consentendo di completare oltre 134 milioni di calcoli. I loro smartphone hanno lavorato in parallelo con i sofisticati computer di IFOM contribuendo all’elaborazione dei dati dello studio. Dopo aver scaricato gratuitamente DreamLab dall’app store per iOS o PlayStore per Android, l’utente potrà scegliere quanti dati di rete mobile o Wi-Fi donare alla ricerca. Per i clienti Vodafone Italia, l’utilizzo dell’app non comporta il consumo del traffico dati.

Fondazione Vodafone Italia nasce nel 2002 dalla volontà dell'azienda Vodafone Italia di creare una struttura autonoma dedicata ad attività di solidarietà sociale a favore della comunità. La missione della Fondazione è sostenere la società civile e offrire un contributo per favorire accessibilità e inclusione sociale e migliorare la qualità della vita delle persone attraverso le nuove tecnologie. Ad oggi ha investito oltre 100 milioni di euro a sostegno di 450 progetti, equamente distribuiti sul territorio nazionale. L’attuale strategia della Fondazione si focalizza su progetti ad alto impatto sociale, scalabili e sostenibili nei seguenti ambiti: Apps for Good, Connected Education, Digital Health.

Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro sostiene progetti scientifici innovativi grazie a una raccolta fondi trasparente e costante, diffonde l’informazione scientifica, promuove la cultura della prevenzione nelle case, nelle piazze e nelle scuole. Conta su 4 milioni e mezzo di sostenitori, 20mila volontari e 17 comitati regionali che garantiscono a oltre 5.000 ricercatori - 61% donne e 51% ‘under 40’ - le risorse necessarie per portare nel più breve tempo possibile i risultati dal laboratorio al paziente. In oltre 50 anni di impegno AIRC ha distribuito oltre 1 miliardo e seicento milioni di euro per il finanziamento della ricerca oncologica (dati attualizzati e aggiornati al 15 gennaio 2021).

Informazioni e approfondimenti su www.airc.it

IFOM è un centro di ricerca sul cancro non profit ad alta tecnologia fondato nel 1998 dalla Fondazione Italiana per la ricerca sul cancro (FIRC) e dedicato allo studio dei meccanismi molecolari alla base della formazione e dello sviluppo dei tumori. Vi lavorano circa 300 ricercatori di cui il 25 % sono stranieri provenienti da 26 Paesi europei ed extraeuropei.

Per maggiori informazioni: www.ifom.eu

Come funziona l’app

L’app richiede uno smarphone compatibile (iOS o Android). Una volta scaricata, DreamLab può essere utilizzata quando il dispositivo è collegato alla rete elettrica ed è connesso a una rete mobile o a una rete Wi-Fi. L'utilizzo dell’app da parte dei clienti Vodafone Italia non comporta il consumo del loro traffico dati.

Scaricando, installando o utilizzando l'app sul tuo smartphone, accetti i termini e le condizioni presenti su voda.it/dreamlab 

In sintesi:

Scarica l'app DreamLab dagli store Android o iOS

Metti in carica il tuo smartphone

Seleziona il progetto “L’esploratore delle cellule tumorali” e clicca su "Attiva DreamLab"

Dormi e supporta la ricerca sul cancro

http://voda.it/dreamlab

Agendo 2022 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
gesco 30 anni
napoliclick
Amicar banner 500

Archivio Napoli Città Sociale