| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Lunedì 27 Settenbre 2021




Premio Amato Lamberti 2021, le interviste ai premiati

ciambrielloUn “premio alla memoria” per l’ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci, vittime dell’attentato in Congo dello scorso 22 febbraio, tra i riconoscimenti previsti quest’anno all’interno del Premio Responsabilità Sociale “Amato Lamberti”, organizzato dall’associazione Jonathan e dal gruppo di imprese sociali Gesco, la cui cerimonia si è svolta a Nisida sabato 11 settembre.

Una data non casuale: a 20 anni dall’attentato alle Torri Gemelle, in un mondo sempre sconvolto da guerre, totalitarismi e terrorismo, il Premio, presentato per la sua ottava edizione dal giornalista Ettore De Lorenzo, ha istituito una categoria inedita dedicata ai diritti umani per non dimenticare Patrick Zaki, lo studente egiziano e attivista, da un anno e mezzo in carcere in Egitto.

GUARDA LO SPECIALE

In sua rappresentanza, sabato sera c’era Tina Marinari, responsabile della campagna Free Patrick Zaki per Amnesty International, mentre a ritirare il premio per il carabiniere ucciso in missione di pace Iacovacci, nel corso della toccante serata, c’era la famiglia rappresentata dal fratello Dario e dalla sorella Alessia. Tra gli esempi di resistenza, impegno civile e solidarietà premiati nel corso dell’iniziativa, il Garante per i diritti dei detenuti della Regione Campania Samuele Ciambriello e la poliedrica Marisa Laurito, in prima linea per il rilancio del Trianon e di Forcella, ma anche i fratelli Roberta, Daniele e Gabriele Russo, titolari del teatro Bellini, cui è andato il premio alla cultura, e il caporedattore del TgR Campania Antonello Perillo, da sempre attento ai temi sociali, premiato per la categoria “giornalismo”. Per il “lavoro sociale”, premiato l’educatore Luca Trapanese, fondatore de “La Casa di Matteo” per i bambini afflitti da malattie rare; mentre per la categoria “cittadinanza” a meritare il premio sono state le donne dell’associazione Forti Guerriere della Sanità che si batte contro la violenza di genere. Premio “Napoli Città Solidale” (che prende il nome dal portale web diretto da Ida Palisi) per il fotografo Antonio Biasiucci e una menzione speciale dedicata al magistrato “Paolo Giannino” per l’artista a tutto tondo Carolina Rosi, cui il fotografo internazionale Mimmo Jodice ha voluto fare dono di una sua opera con una lettera di dedica.

iacovacci

Le altre opere d’arte in premio sono state donate dagli artisti Cesare Accetta, Cinzia Camela, Cristina Cusani, Fabio Donato, Luciano Ferrara, Mario Laporta, Angelo Marra Stefano Parisio Perrotti, Sergio Riccio, Luciano Romano, coordinati dalla giornalista Paola De Ciuceis.

russo

Donatella Alonzi