| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Lunedì 27 Settenbre 2021




Adotta uno spazio verde, una nuova area per l'Orto sociale di Ponticelli

IMG 0018Ruspe in azione nella parte superiore dell’Orto sociale della salute e del benessere di Ponticelli, quartiere alla periferia orientale di Napoli. Un ettaro di terra da ripristinare che si aggiunge a uno spazio di oltre un ettaro e mezzo suddiviso in 140 orti con quattrocento persone impegnate nella cura degli spazi verdi e dei vari pezzi di terreno da coltivare. L’iniziativa è realizzata nell’ambito della campagna “Adotta uno spazio verde” promossa dal gruppo di imprese sociali Gesco con l’obiettivo di restituire ai bambini e alle famiglie le aree verdi di Napoli e della periferia.

«Stamattina - spiega Margherita Aurora, educatrice del Centro diurno Lilliput - abbiamo iniziato i lavori di ripristino e di recupero della parte superiore di uno spazio che da circa sei anni è stato affidato all’Asl Napoli 1 dal Comune di Napoli e che il Centro Diurno Lilliput gestisce. Quindi ci apprestiamo ad ampliare lo spazio che il Comune ci ha assegnato. Ci sono ruspe in azione, decespugliatori e personale impegnate nella pulizia dello spazio. Pulizia non solo da erbacce e sterpaglie ma da immondizia vera e propria perché comunque è un’area abbandonata da anni. Tra coloro che sono impegnati nel recupero dell’area, abbiamo cinque ragazzi che sono stati da poco assunti dall’Aquilone Service dopo un periodo di tirocinio durante il quale sono stati proprio formati per il giardinaggio e la manutenzione degli spazi verdi e che simbolicamente hanno un contratto per quattro ore a settimana. La speranza è che con il tempo possa diventare un lavoro vero e proprio a tempo pieno».

IMG 0008

Inaugurato nell’ottobre 2015, nel tempo l’Orto sociale di  Ponticelli ha coinvolto associazioni, scuole e numerosi cittadini.

“Nell’ottobre 2015 – continua Margherita Aurora - nasce questa grande avventura, su sollecitazione della responsabile del centro diurno che voleva creare una opportunità per i pazienti del centro diurno: uscire dalle mura del servizio e cominciare un percorso di integrazione sul territorio. In più l’idea era quella di restituire ai cittadini di Ponticelli un’area verde, un’area abbandonata e quindi siamo riusciti a ottenere dal Comune l’affidamento di questo spazio. Lo spazio è affidato al Dipartimento dipendenze dell’Asl Napoli 1 che poi lo ha dato in gestione al centro diurno Lilliput nella persona della responsabile, la dottoressa Anna Ascione, e abbiamo cominciato i lavori di pulizia in un’area chiusa e abbandonata da anni, in assoluto degrado. Con i nostri ospiti siamo riusciti a tirare fuori le terrazze. Piano piano abbiamo cominciato a coinvolgere le associazioni, le parrocchie, le scuole, che spontaneamente ci affiancano in questa avventura. E poi spontaneamente hanno cominciato ad aderire, a bussare alla porta i cittadini incuriositi e contenti di quello che stavamo facendo e ci hanno tenuto a partecipare prendendo un pezzo di terra e partecipando alla pulizia dei luoghi. La nostra mission è quella di dare una visione nuova di una parte di Ponticelli, dell’area orientale di Napoli. Tirare fuori quello che di buono c’è, facendoci noi portavoce di questo nuovo progetto. Le persone continuano a partecipare con entusiasmo. Nel frattempo si è costituito un comitato cittadino in rappresentanza di tutti coloro che volevano stare in prima linea con noi. Continuiamo questa avventura che stamattina segna un altro passaggio importante perché per noi ampliare l’area è una restituzione di tutti i sacrifici fatti in questi anni. Vuol dire che comunque si apprezza quello che stiamo facendo. E Gesco ci sta affiancando in questo lavoro”.

IMG 0021

Obiettivo del progetto è quindi quello di restituire alla città uno spazio verde abbandonato e offrire alle persone l’opportunità di condividere, di socializzare. E poco più di due anni fa è nato il Comitato cittadino Orto Urbano Parco Fratelli De Filippo che affianca il centro Lilliput nella gestione delle aree.

IMG 0033

“Nel giro di poco tempo – racconta Antonio Romano presidente del Comitato Cittadino Orto Urbano Parco Fratelli De Filippo - gli orti sono cresciuti in modo esponenziale passando da 20 a 140. In ogni orto ci sono due o tre persone, quindi sono circa quattrocento le persone che se ne occupano. Per questo motivo è nata l’esigenza di organizzarci e di dare una mano al Centro Lilliput. Due anni e mezzo fa abbiamo costituito questo comitato che è stato eletto. Il Comitato si occupa della gestione dell’orto, impianti idraulici, delle pulizie delle parti comuni e orientare gli ortolani sulla socialità. Abbiamo sposato in pieno il progetto di Lilliput e organizziamo anche iniziative sociali. Oggi per noi è una bellissima giornata perché grazie a Gesco, stiamo ripulendo tutta la parte alta del parco che ci è stata di recente concessa al Centro Lilliput con un contratto di collaborazione. Poiché c’è una lista di attesa di 130 cittadini di Ponticelli, adesso possiamo sfoltirla perché sicuramente daremo qualche terrazza, 30 o quaranta in base a quelle che usciranno. Avremo così la possibilità di accontentare altri cittadini”.

Per contribuire alla campagna:

IT 13 Q 05018 03400 000011277654 Intestato a: Gesco Consorzio di Cooperative Sociali e inserire nella causale: Adotta uno spazio verde