| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Mercoledì 25 Novembre 2020




Addio Rosa!

rosa francoCome dimenticare il suo sorriso, la battuta sempre pronta, la capacità di sdrammatizzare anche nelle situazioni più difficili, il suo modo di essere affettuosa e sempre presente, con la famiglia, gli amici, le persone più fragili? Un brutto male si porta via Rosa Franco. Rosa lascia il marito Vincenzo e i figli di 16 e 12 anni, Giuseppe e Giacomo, a cui noi siamo vicinissimi in questo immenso dolore.

Rosa era una di quelle persone a cui vuoi bene al primo incontro e che ti restano nel cuore. Sociologa e operatrice sociale, aveva fondato, alla fine degli anni ’90, insieme a Mario Rimoli, la cooperativa sociale Il Camper, impegnata a prestare aiuto e sostegno ai senza dimora della città. Di giorno e di notte Rosa, insieme al suo inseparabile amico e collega Mario e poi, via via, alle giovane leve della coop, andava in giro sull’unità mobile di strada in aiuto dei senza tetto a cui, oltre a donare coperte e vivande calde, non mancava mai di offrire un sorriso.

Grande guerriera, sempre pronta a rivendicare i diritti degli ultimi, un esempio di impegno sociale, Rosa era sempre capace di entrare in “empatia” con l’altro.

“Era una roccia – ricorda Mario Rimoli – l’ironia  era la sua arma vincente e la utilizzava anche con le persone che incontrava per strada, di cui riusciva sempre a conquistare la fiducia. Se ne va una grande persona, di profonda umanità, che ha sempre lavorato a fianco dei poveri e delle persone in difficoltà. Era un punto di riferimento per tanti, per me era un’amica, una collega, una sorella, passavo più tempo con lei che con la mia famiglia”.

Mario è stato molto vicino a lei e alla famiglia anche negli ultimi mesi, quando Rosa ha scoperto del tumore, ma sembrava andare meglio, finché nelle ultime settimane la situazione è precipitata e la donna era stata di nuovo ricoverata al Cardarelli. Purtroppo è morta da sola in ospedale ma noi tutti la ricorderemo sempre circondata da tante persone che le volevano bene e a cui mancherà tantissimo.

Addio Rosa o come ti chiamava qualcuno “Rusella”!

Maria Nocerino

Agendo 2021 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
WCT banner
napoliclick
Amicar banner 500

Archivio Napoli Città Sociale