| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Mercoledì 21 Ottobre 2020




Dialogue place apre il Coworking sociale nel Centro storico di Napoli

Project Ahead dialogue copertinaProject Ahead, esperta nel campo della consulenza per l’innovazione sociale, ha aperto Dialogue Place, uno spazio di coworking e incubatore di imprese sociali a Via Sapienza n. 18 nel cuore del Centro antico di Napoli. La Società cooperativa impresa sociale si è già distinta per tanti progetti sociali innovativi che hanno coinvolto spesso cittadini e comunità di culture e paesi diversi.

Dialogue Place si configura anche come un crocevia di diversità culturali e professionali, nazionali ed internazionali; un ambiente di lavoro dinamico e un incubatore di imprese sociali stimolante in cui è possibile condividere esperienze diversificate, talenti, competenze ed idee. Posizionato a 300 m dalla stazione Museo - Metro linea 1 e a due passi dalla zona shopping e food di piazza Bellini, aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19, è facilmente raggiungibile anche a piedi da tutti gli studenti e i lavoratori che vivono nel centro storico e nei dintorni, costituendo un valido contributo anche ad uno stile di vita sostenibile dal punto di vista sociale e ambientale.

“L’emergenza sanitaria che abbiamo affrontato in questi mesi ha cambiato molte nostre abitudini – spiega Marco Traversi, CEO di Project ahead - e non possiamo conoscere quali saranno le evoluzioni e lo sviluppo degli scenari post covid, in quanto tutto ancora precario e incerto, ma si può vivere questo momento mettendo in campo risposte positive alle esigenze che questo nuovo mondo ci pone. Molte persone sono costrette a lavorare in smartworking, fuori dal proprio ufficio, nelle proprie abitazioni e addirittura in alcuni casi lontani km dalla propria azienda. Ma chi l’ha detto che bisogna per forza lavorare da casa? Con le giuste precauzioni, il distanziamento sociale non si deve configurare necessariamente come isolamento.”

In linea con questa vision, Dialogue place, si rivolge a tutti i lavoratori in smartworking, ma anche a liberi professionisti, creativi, piccole imprese ed associazioni, mettendo a disposizione uno spazio conforme a tutte le normative vigenti in tema di igiene e distanziamento sociale dotato di tutti i comfort che un ufficio offre.

Project Ahead dentro

Project Ahead nasce a Portici (NA) nel 2001 da un gruppo di amici, già fondatori di Sagapò associazione di volontariato per la promozione del dialogo interculturale per fornire consulenza alle organizzazioni del Terzo Settore per l’ideazione, preparazione e gestione di progetti locali, nazionali ed europei. Nel tempo si è specializzata nell’accompagnamento all’impresa sociale, offrendo percorsi di formazione e scambi europei come l’Erasmus per Giovani Imprenditori. Ha accompagnato la nascita di imprese sociali in Italia e in Europa.

“Ci rivolgiamo a piccole e medie imprese organizzazioni non profit - racconta Traversi, istituzioni pubbliche, società civile per sviluppare processi di creazione d’impresa d’impatto e progettare percorsi di innovazione condivisa per la costruzione di soluzioni a problemi sociali. Accogliamo nei nostri spazi e nella nostra community imprenditori, freelance, innovatori che vogliono lavorare, condividere idee e sviluppare progetti imprenditoriali che migliorino la società e il territorio. Le innovazioni sociali sono nuove idee per risolvere le pressanti sfide sociali ed ambientali che ci circondano. Possono consistere in un nuovo prodotto, un processo, una tecnologia, ma anche un principio, un atto normativo, un movimento, un’azione o le combinazioni di queste. Soprattutto, rappresentano la capacità, l’abilità, la forza di una società di comprendere, analizzare, affrontare e risolvere i propri problemi”.

Tra le imprese che sono state incubate: Chikù - ristorante/catering etnico ROM a Scampia; Nest - teatro educativo per minori a rischio; Unbystander - emergency app per assistenza sociale; La Tana - organizer di eventi eco-sostenibili; Il teatro cerca casa - spettacoli teatrali a domicilio; Sheralo – riciclo e riuso di scarti quotidiani in opera di design; Vascitour - turismo esperienziale nei vicoli di Napoli; Ro-Bin – raccolta differenziata attraverso un robottino mobile; International Napoli Network – ostello per giovani volontari internazionali; Guetin - produzioni artigianali africane; Faso Couture - produzioni abbigliamento africano; Tolibi’ – catering etnico; Partenhope – cooeperativa multiservice di migranti; MadeinCastelvolturno – produzioni abbigliamento africano; AiCapì - recupero produzioni agricole eccedenti o invendute; Si,amo Bellini - Recupero socio-urbanistico di Piazza Bellini.

“Siamo un team di esperti - 6 soci e 2 collaboratori - connessi a una rete di partner nazionali e internazionali che credono nell’importanza di realizzare prodotti, servizi, modelli e sistemi capaci di generare impatto

sociale positivo legandolo alle dinamiche di mercato. Crediamo nella valorizzazione dell’imprenditorialità innovativa e creativa come strumento di cambiamento sociale. Incoraggiamo partnership e sosteniamo comunità imprenditoriali che condividano strategie, azioni ed opportunità innovative per un efficace sviluppo economico e sociale. Ci adoperiamo affinché tali obiettivi siano condivisi dai vari livelli istituzionali, dalle comunità “intelligenti”, dai consumatori responsabili. La nostra vision del futuro è creare le condizioni per un cambiamento coerente con i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU”.

Info: https://www.pja2001.eu/ 

WCT banner
napoliclick
Amicar banner 500

Archivio Napoli Città Sociale