Nasce la Scuola di fundraising del Sud

fundraising sudNasce ufficialmente la Scuola di fundraising del Sud, su iniziativa della Scuola di Roma fund-raising (www.scuolafundraising.it) e grazie ad una rete di organizzazioni e professionisti meridionali che l’hanno sostenuta.

La scuola sarà presentata pubblicamente il 10 marzo prossimo a Napoli (ore 9,30- 13,30) presso la Camera di Commercio in Via Sant’Aspreno, 2 a Napoli,  in un evento rivolto a dirigenti e operatori del non profit e delle istituzioni pubbliche (cultura, sanità, politiche sociali, ecc.) e a giovani laureati e professionisti. Il duplice scopo è quello di sensibilizzare le organizzazioni sociali e la pubblica amministrazione sulla crescente importanza del fundraising per la sostenibilità del welfare e presentare la Scuola del Sud e promuovere una prima offerta di servizi ad alta qualità e con prezzi contenuti specificamente rivolta alle organizzazioni meridionali anche grazie alla creazione di partnership con reti di organizzazioni e istituzioni.

Il tema centrale è che il Sud deve affrontare grandi sfide sociali e culturali in relazione all’impoverimento del welfare e questo rende il fundraising una sfida inalienabile da parte delle organizzazioni. E tuttavia manca un operatore del settore che sia radicato nel sud e che faciliti l’incontro tra organizzazioni e fundraising. Questo è il ruolo che si propone di avere la Scuola del Sud proponendosi più che come “azienda”, come una “rete” di soggetti che affronta insieme questa sfida. In particolare la Scuola intende portare in breve tempo il fundraising alle radici dell’erba delle organizzazioni meridionali ad un costo accessibile ma tenendo alto il livello di qualità e soprattutto garantendo la sua applicabilità nei contesti specifici delle organizzazioni. L’open day prevede due momenti parzialmente autonomi: un momento di carattere formativo-informativo in cui condividere con il pubblico alcuni temi centrali basilari, del fundraising; un momento di tipo politico-culturale in cui coinvolgere interlocutori qualificati e rappresentativi delle diverse categorie di pubblico affinché esprimano i loro punti di vista sul senso dell’operazione e un orientamento a fare rete sulla proposta. Il primo momento si configura come un insieme di “pillole” di fundraising, somministrate da Massimo Coen Cagli con l’intervento di Antonio Del Prete e Valeria Romanelli in qualità di fundraiser meridionali promotori in Campania della Scuola del Sud e con la partecipazione di Maurizio Imparato, esperto di crowdfunding. Il secondo momento invece vuole essere un giro di interventi degli interlocutori guidato da un “moderatore” che faciliti l’emergere di più punti di vista e orientamenti rispetto alla prospettiva di creare una partnership che favorisca la diffusione del fundraising al Sud. Durante l’evento si distribuiranno materiali informativi e in particolare la prima offerta di corsi di base, di corsi in house e di consulenza.

Scarica il programma della giornata