| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Mercoledì 18 Settenbre 2019




Federico II, un’università aperta al territorio

Al via il programma F2 Cultura con tante iniziative gratuite per gli studenti, i giovani e le loro famiglie

IMG 20161028 1206407Un’università aperta al territorio, che porta avanti un’idea di cultura al crocevia tra tradizione e innovazione: è la Federico II di Napoli che inaugura la terza edizione di F2 Cultura, il programma di attività culturali dove letteratura, poesia,musica e arte si intrecciano alla scienza, allo sport e alle diverse forme di spettacolo.

Il programma, presentato dal rettore Gaetano Manfredi e dal prorettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II Arturo De Vivo, ha un cartellone ricco di eventi che culmineranno a giugno con la manifestazione in piazza del Gesù “Buon Compleanno Federico II”, in occasione dell’anniversario della fondazione dell’Accademia federiciana.

In occasione della presentazione del nuovo programma di F2 Cultura, domani, a partire dalle 10, F2 RadioLab,la web radio d’Ateneo, esce dalla sua sede e sarà con i suoi giovani conduttori e tecnici in diretta nei pressi dello scalone di Minerva, nello storico androne di corso Umberto, di fianco alla statua di Federico II. Anche per festeggiare i dieci anni dalla sua prima trasmissione.

Il programma proposto dall’Ateneo attraverso F2 Cultura, ricco e variegato,

La conferenza verrà trasmessa in diretta su tutti i monitor presenti nelle diverse strutture dell’Ateneo a cura del servizio SAM del CSI.

“L’università – ha spiegato il rettore Gaetano Manfredi – si pone come grande motore di crescita culturale del territorio, che guarda alle scuole e alle famiglie, affinché sia di tutti. Il programma avrà anche una componente itinerante, per dare il segnale forte che l’Ateneo rappresenta l’anima culturale di tutta la comunità e anche della città metropolitana. È il primo passo per un allargamento del programma culturale che sarà sempre più grande”. F2 Cultura è iniziato il 20 ottobre scorso con il ciclo di conferenze “Come alla Corte” che avrà un appuntamento mensile (il prossimo il 24 novembre 2016 alle ore 20.30 presso il Centro Congressi Federico II di via Partenope, 36  a Napoli con Bruno Trimarco sul tema “Questioni di cuore”) e il 27 ottobre con le “Letture Furiose” a Villa Pignatelli (con Andrea Mazzucchi, Matteo Palumbo e Giancarlo Alfano e l’attrice Sonia Bergamasco). «Seguirà il ciclo di incontri sulla letteratura contemporanea – spiega ancora il rettore – con lo scrittore Maurizio de Giovanni. Poi due cicli: uno su Ovidio e l’altro sul rapporto tra social media e criminalità. E  una serie di iniziative sulle le Digital Humanities: il nostro ateneo è all’avanguardia nel coniugare il digitale con le grandi frontiere degli studi umanistici.

Abbiamo il dovere di dare sempre più una risposta a una domanda di cultura anche inespressa della nostra comunità». Ci saranno incontri dedicati alla poesia antica e a quella del Novecento perché «la poesia è una forma di linguaggio che, per la sua immediatezza, ha grandi caratteristiche di modernità» e altri dedicati all’intelligenza artificiale. Il 5 dicembre il giornalista Gianluca Di Marzio aprirà il ciclo di seminari “Lo sport... in Accademia “ che vedrà confrontarsi esperti, docenti, protagonisti del mondo dello sport e studenti, mentre sono già partiti i “Giovedì all’Astra” che inaugurano proiezioni en incontri dedicati al cinema, con nuove tappe anche nell’auditorium del polo universitario di San Giovanni a Teduccio, mentre alla Federico II è partita con successo la  laurea magistrale in Cinema e spettacolo. La Nuova Orchestra Scarlatti curerà la rassegna musicale della Federico II mentre per il teatro i protagonisti saranno grandi nomi del settore come Enzo Moscato, Mariano Rigillo e Renato Carpentieri. Diverse le iniziative per i musei, le festività e le attività all’aperto. Si chiuderà il 5 giugno, giorno ufficiale della fondazione in cui l’Università Federico II festeggia i suoi 793 anni aprendo tutte le sedi, didattiche, museali e monumentali alla sua comunità e a tutta la cittadinanza.  (Ida Palisi)

Scarica il programma completo