“Memorial Pasquale Nocerino”: tanti giovani talenti in campo all’insegna del fair play

Memorial Pasquale Nocerino«La nostra memoria è un mondo più perfetto di quanto lo sia l’universo: essa restituisce la vita a coloro che non esistono più». Un aforisma intriso di riflessione profonda, degno di tanta riverenza, quello di Guy de Maupassant, scrittore francese vissuto nell’Ottocento, che ci fa capire in maniera perfetta come il ricordo di una persona cara che abbiamo perso su questa Terra sia ancora vivo e abita per sempre nei nostri cuori attraverso un buon uso della memoria.

Questo è in soldoni uno dei principali messaggi pregnanti della terza edizione del “Memorial Pasquale Nocerino” che si è svolto sabato scorso sul campo Simpatia a Pianura per commemorare appunto la figura di Pasquale Nocerino: un simbolo del calcio campano scomparso il 3 settembre del 2016 all’età di 78 anni. Lui che nella sua vita ha fatto di tutto e di più essendo stato ex calciatore (ha giocato nel Napoli all’età di 12 anni), allenatore (tra cui il Giugliano e il Lacco Ameno), presidente di Cral Atan, San Paolo e Olimpic Flegrea (scuole calcio giovanili da lui fondate) e dirigente del Settore Giovanile e Scolastico della Figc Area Sud. Il compianto Pasquale Nocerino, era una persona perbene, stimata da tutti, che aveva molteplici passioni (anche per il sociale e il mare) con una grande propensione a scovare tra l’altro talenti come Simone Pipolo (Paganese), Antonio Prisco (Bologna), Valerio Porcaro (Salernitana), Giovanni Mattera (che è stato per otto anni nelle giovanili del Napoli fino alla Primavera) ed Edoardo Catinali (Team Altamura).

Si è trattato, nel dettaglio, di un torneo calcistico, non agonistico quindi senza ordine di classifica, per il settore giovanile riservato alla categoria 2008 con la partecipazione di 76 calciatori di cinque società dell’area Flegrea (A.S.D. Academy Pianura, Scuola Calcio Santiago, Academy Pasquale Foggia, Sporting Club Mediterraneo, Real Agnano) che si sono sfidate sul rettangolo verde: ognuna di loro ha schierato otto giocatori in campo giocando quattro mini-partite (composte da due tempi di 12 minuti) e osservando anche un turno di riposo ciascuna per un totale di 10 sfide contraddistinte dalla realizzazione di 16 reti complessive. Sia l’Academy Pasquale Foggia che lo Sporting Club Mediterraneo sono state le cosiddette new entry nella terza edizione di questa manifestazione calcistica, organizzata dai figli (Nunzia, Sasà e Antonio) e dalla consorte, Immacolata, del “grande presidente”, insieme con Crescenzo Basso, coordinatore tecnico dell’evento e il suo staff e il Pianura Calcio senza dimenticare l’ospitalità della famiglia Chianese, proprietaria del campo Simpatia. All’evento hanno collaborato anche gli sponsor G&G Sport di Nola, Resa Printing Pianura ed Elefantino Barrus Premiazioni.

Ergo tale torneo, un vero e proprio manifesto all’insegna del fair play, è stato un’autentica vetrina per i giovani calciatori che si sono messi in mostra e che si sono distinti per lealtà e correttezza sportiva. Inoltre le giovani promesse non hanno disdegnato neppure momenti di sano divertimento non appena il pallone transitava dalle loro parti con qualche giocatore (tra cui Emanuele Modugno, il numero 7 della Scuola Calcio Santiago) che si è fatto notare soprattutto per la sua forza dirompente e per le giocate di alta scuola nonostante la sua giovane età. In un clima di piena gioia e di amicizia i giovani atleti delle squadre sopracitate prima di giocare hanno cantato l’inno di Mameli. Dopo lo svolgimento del torneo tutte le squadre sono state premiate in egual modo con la Coppa così come gli altri partecipanti che hanno ricevuto la targa commemorativa.

Altri partecipanti all’evento hanno ricevuto una targa commemorativa dell’evento tra cui Edvige Mariani, consigliera della Decima Municipalità del Comune di Napoli (determinante per la partecipazione dell’Academy Pasquale Foggia al torneo) nonché presidente della Commissione Traffico e Viabilità; Francesco Esposito, funzionario Anm in pensione e in passato creatore delle attività sportive Cral e Atan; Pasquale Catinali, ex tecnico della Scuola Calcio San Paolo e padre di Edoardo, giocatore del Team Altamura; Fortuna Pitterà, ex segretaria del “grande presidente” e ha collaborato alla gestione delle sue scuole calcio; il mister Crescenzo Basso, collaboratore sportivo ed organizzatore di eventi; Nando Santoro, amico fraterno del compianto Pasquale Nocerino con cui ha condiviso da dirigente collaboratore tutte le sue esperienze calcistiche; Giovanni Mattera, trequartista attualmente svincolato che ha avuto dei trascorsi nel vivaio Nocerino e che ha giocato nella Virtus Entella, sua ultima squadra; Paolo Di Francia, collaboratore delle scuole calcio; Nino Simeone, presidente della Commissione Trasporti del Comune di Napoli nonché consigliere comunale; Edoardo Catinali, calciatore del Team Altamura che ha militato nel vivaio Nocerino; Antonio Chianese, gestore del campo Simpatia; Chiara Nocerino, nipote del “grande presidente”; Salvatore Addezio, fotografo della manifestazione; Antonio Sasso, direttore dello storico quotidiano “Roma”. La serata si è conclusa in modo scoppiettante con i fuochi d’artificio offerti dall’azienda Pirotecnica Manna.

«Il bilancio finale per questa terza edizione non può che essere positivo – ha affermato Sasà Nocerino, uno degli organizzatori principali dell’evento – Ringrazio tutti specialmente i giovani calciatori che hanno partecipato al torneo con lo spirito giusto, quello sano, giocando e divertendosi senza pensare al risultato del campo con l’auspicio che siano tornati a casa soddisfatti e che ognuno di loro in futuro diventi un super campione».

Memorial Pasquale Nocerino 1

Alessio Bocchetti