| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Lunedì 19 Agosto 2019




Scienza ed etica: un convegno internazionale alla Federico II

bioetica“Ricerca scientifica ed etica della solidarietà. Le nuove frontiere della democrazia inclusiva” questo è il titolo del convegno internazionale che si svolgerà presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II, il 14 maggio 2019, nell’Aula Magna della Società Nazionale di Scienze Lettere e Arti (via Mezzocannone, 8) e il 15 maggio nell'Aula Magna di Scienze Biotecnologiche (via De Amicis, 95).

Il convegno internazionale promuove una riflessione a più voci intorno al ruolo della scienza, del diritto, dell’etica nella costruzione di una democrazia inclusiva, che si configuri fattualmente come forma politica del riconoscimento dell’altro. Correlare saperi e culture ricorrendo al connettivo della solidarietà significa anche chiamare in causa l’impegno a rendere fruibili per tutti i beni che la scienza mette a disposizione dell’umanità.

Si tratta di un tema cruciale del dibattito etico-politico, bioetico e biogiuridico, che evoca l’inaggirabile connessione tra giustizia e solidarietà ed esige una concezione della responsabilità che non si esaurisca nella pur indispensabile considerazione dei rischi connessi al progresso tecno-scientifico ma vincoli tutti a «rispondere» dei problemi degli uomini, del loro diseguale vivere sul pianeta.

L'iniziativa, con il patrocinio del Rettorato dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, è promossa e organizzata dal Seminario Permanente Etica Bioetica Cittadinanza, attivo presso il Dipartimento di Scienze Sociali e coordinato da Emilia D'Antuono ed Enrica Amaturo, in collaborazione con il Centro Interuniversitario di Ricerca Bioetica (CIRB), con la Commissione per l’Etica della Ricerca e la Bioetica del CNR, con i Master dell'Università Federico II, rispettivamente in Direzione delle Strutture Sanitarie, Sociali e Socio-Assistenziali territoriali e in Management e Coordinamento dei Servizi Sanitari e Sociosanitari.

La prima sessione, “La città del genere umano”. Scienza, solidarietà, democrazia inclusiva, in programma martedì 14 maggio a partire dalle 9.00, presieduta da Mario Rusciano, prevede, dopo i saluti istituzionali del Rettore Gaetano Manfredi, di Stefano Consiglio, Luigi Califano, Enrica Amaturo, e la presentazione di Claudio Buccelli, un’introduzione di Emilia D'Antuono e la lectio del Presidente del Comitato Nazionale per la Bioetica Lorenzo d’Avack; seguiranno le relazioni di Vittoria Franco e Anna Loretoni.

La sessione pomeridiana, Esercizi di democrazia: l’impresa scientifica tra ricerca e impegno solidale, si articola in una tavola rotonda, presieduta da Luigi Nicolais, che vedrà impegnati Luigi Califano, Leandro Pecchia, Stefano Consiglio, Francesca Torricelli ed Elena Mancini. 

I lavori proseguiranno il 15 maggio, presieduti da Gennaro Piccialli, con la sessione Declinazioni della solidarietà, che prevede le relazioni di Vincenzo Di Nuoscio, Santa Parrello, Roberto Landolfi e Gianluca Attademo.

Nel pomeriggio nella sessione Mondi vulnerabili. La solidarietà abita tra noi, presieduta da Enrica Amaturo, sono in programma le relazioni di Gianluca Guida, don Tonino Palmese, Enrico Di Salvo, Grégoire Ahongbonon e Alessia Maccaro. Seguiranno gli interventi programmati di Marina De Palma, Francesco Manfredi, Michele Saviano, Emilia Taglialatela.