| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Giovedì 23 Maggio 2019




Ottaviano, la sala conferenze intitolata a Gaetano Montanino, vittima innocente

montaninoLa sala conferenze di Palazzo Mediceo, a Ottaviano, sarà dedicata a Gaetano Montanino, la guardia giurata uccisa il 4 agosto del 2009 in piazza Mercato a Napoli. La cerimonia di intitolazione si terrà martedì 19 marzo, alle ore 17, presso il Palazzo Mediceo di Ottaviano (via Salita San Michele, 36).

Gaetano Montanino era cittadino ottavianese, una guardia giurata, un lavoratore. Un 4 agosto, un giorno caldissimo Montanino venne assassinato durante una sparatoria avvenuta in piazza Mercato a Napoli, mentre stava svolgendo la sua ordinaria attività di controllo. Dei balordi volevano fare una rapina, provarono a sottrargli la pistola ma lui reagì. Difendere la sua pistola gli è costato la vita, Gaetano nell’azione fa da scudo umano al suo collega più giovane, che grazie a lui vive. Lucia, la moglie di Gaetano e Veronica, la figlia, ne mantengono alta la memoria. Hanno portato avanti il vessillo della legalità per lasciare un messaggio soprattutto ai giovani, per non fare risultare vano il sacrificio di Gaetano.

Il nome di Gaetano ed il suo esempio è arrivato dove c’era più bisogno di lui, nelle scuole, nelle orecchie dei più giovani. È diventato simbolo della risposta attiva al crimine, un simbolo di resistenza. Affinché tutti conservino i suoi insegnamenti di uomo dedito al lavoro ed al compimento del proprio dovere, l’amministrazione comunale ha deciso di intitolargli una sala di Palazzo Mediceo, bene confiscato alla camorra, oggi restituito alla fruizione pubblica ed ai cittadini di Ottaviano.

Dopo i saluti del sindaco Luca Capasso, interverranno don Luigi Ciotti (presidente nazionale Libera), Anna Maria Lucchetta (procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Nola),  Francesco Soviero (sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli), Carmine Mocerino (consigliere regionale della Campania, Presidente della Commissione Anticamorra e Beni Confiscati), don Salvatore Purcaro (parroco di Brusciano).