| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Lunedì 25 Marzo 2019




Doctors 4 Homeless – CISOM , l’unità mobile sanitaria per i senza dimora

homelessIl Raggruppamento Campania del Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta - CISOM e la rete del Coordinamento di Strada lanciano insieme una unità mobile sanitaria di primo soccorso per migliorare l'assistenza alle persone senza fissa dimora della cittàdi Napoli. Il Coordinamento di Strada è la prima rete indipendente di volontariato per i Senza Fissa Dimora in Italia – nata nel 2015 – ad aver utilizzato una chat di gruppo WhatsApp come dimensione preferenziale di coordinamento tra tutte le realtà del Terzo Settore della metropoli, consentendo già centinaia di interventi, tempestivi e mirati, di assistenza in strada.

L’obiettivo è offrire, oltre all’assistenza fornita da anni mediante la consegna di pasti e generi di prima necessità, anche un servizio di assistenza sanitaria di primo soccorso a persone senza fissa dimora, sotto la soglia di povertà. Così come già accade ogni martedì sera per il camper di Medici di Strada – l’associazione partenopea che per prima nel 2015 ha sperimentato con successo questo tipo di assistenza sanitaria itinerante – anche per i Doctors 4 Homeless – CISOM sarà previsto un percorso fisso, con tappe che in questo caso andranno dal Molosiglio a Gianturco, ed eventualmente un percorso variabile – ove possibile – a seconda delle segnalazioni provenienti dalla chat di coordinamento del ‘Coordinamento di Strada’, effettuate dai referenti di tutte le realtà di volontariato della rete. Le due unità sanitarie itineranti ‘Medici di Strada’ e ‘Doctors 4 Homeless – CISOM’ saranno perfettamente coordinate e cooperative tra loro, nonché collaborative con le altre realtà sanitarie della rete di coordinamento, ambulatorio di Emergency di Ponticelli e Unità Mobile delle Dipendenze dell’ASL NA1, per migliorare la qualità del servizio di assistenza sanitaria complessivamente offerto. Il progetto nasce dalla sinergia tra il Raggruppamento Campania del CISOM – composto da volontari medici, infermieri, psicologi e soccorritori che, oltre a svolgere attività di intervento immediato nelle emergenze, di pronto soccorso e di primo soccorso, è molto impegnato anche in attività formative ed informative per la popolazione diffondendo la cultura dell’emergenza e nell’assistenza ai bisognosi – e la rete indipendente di volontariato del Coordinamento di Strada, un progetto di cooperazione assolutamente orizzontale, nessuna realtà è al comando, in cui anche il Raggruppamento Campania del CISOM opera. Una rete, quella del Coordinamento di Strada, costituita da oltre 50 gruppi napoletani e dell’hinterland, che dal lunedì alla domenica coprono con pasti, vestiario e coperte quasi tutti i casi segnalati, cercando al contempo di evitare lo spreco di cibo derivante da eventuali sovrapposizioni. A gestire le uscite, una chat di coordinamento WhatsApp in cui convergono quasi tutti i gruppi istituzionali – è presente anche l’Assessorato ai Diritti di cittadinanza ed alla Coesione sociale del Comune di Napoli -, parrocchiali, evangelici o di altre confessioni, associazioni e gruppi di cittadini autonomi impegnati nell’assistenza ai “fratelli” senzatetto presenti nella città di Napoli.