| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Mercoledì 12 Agosto 2020




Più anziani, più risorse. La risposta nella legge sull’invecchiamento attivo

Incontro dibattito organizzato dalla CNA pensionati di Napoli

Invecchiamento attivoUna prospettiva di vita sempre maggiore. Siamo destinati a vivere per più anni, almeno così dice l’ISTAT. Le stime, infatti, dicono che “la sopravvivenza dell’essere umano” è prevista in aumento. Entro il 2065 la vita media crescerebbe di oltre cinque anni per entrambi i generi, giungendo a 86,1 anni e 90,2 anni, rispettivamente per uomini e donne (80,6 e 85 anni nel 2016).

In Campania gli anziani rappresentano circa il 125% della popolazione e una gran parte ha superato i 65 anni di età.  Queste persone si sentono attive e vogliono essere considerate come una vera risorsa da impiegare per il bene della società ma vogliono anche invecchiare bene, rendendosi utili senza sentirsi un peso per la collettività.

Invecchiare bene si può e si deve, ma ci sono questioni di fondamentale importanza da affrontare. Per risolverle, la CNA pensionati da anni si è impegnata, affinchè la Legge Regionale sull’Invecchiamento Attivo fosse approvata e con la sua attuazione si fissa una serie di priorità, di azioni e soluzioni per affrontare concretamente temi centrali come salute, prevenzione, benessere, tempo libero, formazione, permanenza il più a lungo possibile nel contesto sociale.«Questa legge- spiega Andrea Battistoni, segretario regionale CNA pensionati- è una possibilità di far incontrare giovani e anziani. Siamo la seconda regione dopo il Friuli ad attivare una legge che valorizza le persone anziane».  La CNA Pensionati Campania, ha organizzato  martedì 31 gennaio al Centro Congressi “TIEMPO” un incontro sul tema della legge regionale sull’invecchiamento attivo a cui parteciperanno, tra gli altri, Lucia Fortini, assessore Politiche sociali della Regione Campania,  Tommaso Amabile presidente della VI Commissione Permanente della Regione Campania e Beatrice Tragni segretario Nazionale CNA Pensionati. «Come CNA pensionati– conclude Battistoni- abbiamo promosso e sostenuto la legge sin dall’inizio ».