| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Giovedì 20 Febbraio 2020




Didattica innovativa nel cuore del Rione Sanità

aula multimediale 2Nasce una nuova aula multimediale per i più piccoli, all’interno dell’Istituto Ozanam gestito dalla Fondazione Rione Sanità. La nuova aula è stata realizzata dalla Fondazione Rione Sanità, finanziata dal Distretto Rotary 2100 e dalla Rotary Foundation e si rivolge agli allievi della quarta e quinta elementare.

«L’aula – spiega Claudio Nardi, presidente del Comitato Direttivo della Fondazione Rione Sanità - nasce dall’esigenza di creare spazi per l’apprendimento “aumentati” che coniughino la più alta innovazione tecnologica per la didattica con la metodologia collaborativa e laboratoriale e permette di esaltare il lavoro del singolo, la collaborazione con gli altri allievi e con il docente, consentendo al tempo stesso  agli studenti di acquisire conoscenze e competenze in modo rapido e semplice». La strumentazione multimediale e la cattedra digitale permetteranno al docente e agli alunni di utilizzare una grande biblioteca/deposito di contenuti collaborativi ed interattivi direttamente nell’aula senza dover necessariamente trasferirsi in laboratorio. Il nuovo spazio è stato studiato in modo da consentire anche lo svolgimento di lavori di gruppo nei quali l’insegnante non svolge più solo lezioni frontali ma assume il ruolo di facilitatore e organizzatore delle attività. In questo spazio all’avanguardia tecnologica gli studenti muniti di tablet, impareranno a ricercare e selezionare le fonti, ascoltare attivamente, argomentare, fondare e motivare le proprie tesi, lavorare in gruppo, parlare in pubblico (anche in lingua inglese).  A supporto di questa nuova metodologia ci sarà un software già presente nella scuola, basato su Cloud, che permetterà di seguire anche il lavoro da casa.

La Fondazione Rione Sanità - Costituita nel 2006, non ha fini di lucro e si ispira al modello anglosassone della fondazione di comunità che si basa sulla capacità di attrarre risorse coinvolgendo una pluralità di soggetti locali (privati cittadini, istituzioni, associazioni, operatori economici) per investirle in progetti di carattere sociale, diffondendo al tempo stesso la cultura della donazione e della responsabilità nei riguardi delle necessità di un contesto locale. Nel rione Sanità, presso l’Istituto Federico Ozanam, gestito dal Consiglio Centrale della Società di San Vincenzo de’ Paoli e da una piccola comunità di suore dell’Ordine di Maria Bambina, la Fondazione ha attivato due sezioni di asilo nido, quattro di scuola materna e cinque classi elementari per oltre 200 bambini (in molti casi accogliendoli gratuitamente): il modello proposto è quello di una scuola che mette accanto alle attività previste dagli ordinativi vigenti, laboratori di ricerca e valorizzazione delle attitudini naturali di ciascun bambino, coinvolgendo le famiglie nel progetto educativo. La volontà è di accompagnare i ragazzi nella loro vita anche dopo la scuola dell’obbligo, perché trasformino le loro attitudini in possibilità di lavoro e di inserimento nella società. Il Comitato Direttivo è composto da  Claudio Nardi, Maria Grazia Leonetti, Roberta Buccino Grimaldi, Alessandra Del Balzo, Fiorella Glèijeses, Francesca Gomez Paloma, Maria Esmeralda Ricci, Francesco Catemario di Quadri e Alessandro Pasca di Magliano.

Notizie

  1. ULTIME
  2. PIU LETTE
agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
napoliclick
amicar 500

Archivio Napoli Città Sociale