| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube

Il metodo Braille

braille 3Martedì 21 febbraio 2017 presso la Sala Consiliare della Città Metropolitana in Piazza Santa Maria La Nova 44 si terrà  un incontro seminariale dal titolo “Il metodo braille con i suoi codici di scrittura e lettura nella società della comunicazione, delle tecnologie, della velocità degli Smartphone: parliamone”.

L’incontro è organizzato in occasione della X giornata Nazionale del Braille dal Consiglio Regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti  della Campania e dalla Sezione di Napoli dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, con il patrocinio della Biblioteca Italiana per i Ciechi Regina Margherita, del Club Italiano del Braille, della Città Metropolitana di Napoli e del Comune di Napoli, con il contributo del Centro SINAPSI dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, del SAAD dell’Università Suor Orsola Benincasa e dell’Unione Italiana Nazionale Volontari Pro Ciechi.

Tale iniziativa, nata nel contesto delle attività che l’UICI svolgerà sul territorio Nazionale in onore di Louis Braille “assume per noi”, come ha dichiarato Mario Mirabile attuale presidente dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti sezione provinciale di Napoli, “un valore significativo perché vogliamo scoprire, insieme con tutti quelli che parteciperanno e contribuiranno ai lavori, come e perché la lettura e la scrittura Braille sono ponti che unificano e non muri che dividono”.

A latere del seminario, sarà possibile visitare una mostra di ausili tiflodidattici a cura del Centro di Consulenza Tiflodidattica della Biblioteca Italiana per i Ciechi Regina Margherita.

Per contatti Gianluca Fava 3394867416

News

Agenda

Lunedì, 29 Maggio 2017Le mafie nell’economia globale
Mercoledì, 31 Maggio 2017Blind Vision
neuvoo
animo afronapoletano
CUBOH
prima invece di punire
agendo 2017 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
amicar 500
 
 
Una sezione interamente dedicata a ciò che accade a Napoli ma anche alle opportunità di vivere in maniera "sociale" la città.