| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Giovedì 12 Dicembre 2019




Giornata Mondiale del Diabete: il 14 e 15 novembre eventi in Campania

muovi i fili del diabeteQuesta settimana sarà dedicata al diabete. Intorno alla Giornata Mondiale del Diabete che cade il 14 novembre, in 550 città d'Italia, si terranno numerosi eventi organizzati da volontari: persone con diabete, medici e altre associazioni sotto il coordinamento di Diabete Italia.

«In Campania - afferma Lanfranco Scaramuzzino, coordinatore regionale della Giornata Mondiale del Diabete 2015 - La Giunta finora si è concentrata su pochi aspetti e per l’Amministrazione basti pensare che la Asl1 Napoli, la più grande d’Italia ha ancora un commissario straordinario». «La Regione Campania non è la sola a stare ferma e incassare gol nella partita contro il diabete.  Il Piano Nazionale Diabete ha delineato lo schema di gioco. Il modo migliore per combatterlo. Tutte le Regioni lo hanno recepito ma poche sono passate alla applicazione» afferma Salvatore Caputo, Presidente di Diabete Italia.

«Le richieste delle Associazioni di persone con diabete e delle Società scientifiche che sono unite in Diabete Italia sono chiare» elenca Caputo: «assumere diabetologi per sostituire quelli che vanno in pensione, perché nessuna squadra vince eliminando i propri giocatori. Accedere alla nuove tecnologie e farmaci, quando è il caso e quando il maggior costo eventuale è giustificato dalla loro efficacia. Non lesinare sulle ‘strisce’ che possono essere uno strumento indispensabile. Capire che la gestione del diabete può essere solo in parte delegata ai medici di medicina generale, soprattutto quando non fanno della vera medicina di gruppo e soprattutto» conclude. 

«Forse in Campania è anche venuto il momento di porre mano alla struttura dell’assistenza diabetologica. Abbiamo decine e decine di piccoli ‘punti diabetologici’ pubblici o privati convenzionati. Molte strutture, per la loro dimensione, sono in gran parte inadeguate sia alle esigenze dei pazienti sia al dettato della Legge regionale la quale prevede un Centro ogni 100-150 mila abitanti. Non di meno ma non di più. Forse», afferma Lanfranco Scaramuzzino, esponente delle Associazioni tra i genitori di minori con diabete «Lavoreremmo meglio e spenderemmo eguale se avessimo meno Centri ma più grandi, con team composti da specialisti fissi. Così permetteremmo alla Diabetologia di fare la differenza».

«Sul fronte dell’accesso a presidi e farmaci rimangono casi singoli di ridotto accesso per esempio quantitativi irrazionalmente insufficienti di ‘strisce’, ma in generale la situazione è accettabile. Dopo la disastrosa esperienza degli scorsi anni mi pare che si sia cambiata rotta» nota Scaramuzzino. Questa edizione 2015 della Giornata Mondiale del Diabete rivolge un’attenzione speciale all’età pediatrica e all’accoglienza dell’alunno con diabete a scuola.

Per ulteriori informazioni:

www.giornatadeldiabete.it

L'elenco degli eventi provincia per provincia in Campania:

http://www.giornatadeldiabete.it/la-giornata-mondiale-del-diabete/la-mia-piazza/default.aspx

Notizie

agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
napoliclick
amicar 500

Archivio Napoli Città Sociale