| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Mercoledì 30 Novembre 2022




Calci e pugni contro coppia di fidanzate. Un nuovo caso di omofobia nel salernitano

castel san giorgioInsulti, calci e pugni: siamo alle solite. Ancora un episodio di violenza omofoba, questa volta a carico di due donne: un’aggressione che provoca alla coppia lividi e contusioni e, in un caso, la perdita di due denti.

La vicenda è accaduta a Castel San Giorgio, nella notte fra martedì 24 agosto e mercoledì 25 agosto.  Autore del gesto è un uomo di quarant’anni che è stato bloccato dai carabinieri nel bel mezzo dell’azione violenta e che è ora agli arresti domiciliari.  Sull’accaduto indaga ora la procura di Nocera Inferiore. La frequenza con cui accadono eventi come questo preoccupa gli attivisti di tutta Italia.

"Una violenza gratuita ed inaudita frutto di uno stigma e di un pregiudizio dilagante e sostenuto da una strumentale retorica politica e da linguaggi d'odio che non sono più tollerabili. – dichiara Francesco Napoli, presidente di Arcigay Salerno -  Mentre prosegue la nostra battaglia per l'approvazione al Senato del ddl Zan non possiamo non alzare un grido disperato: servono interventi educativi e regolamenti amministrativi che pongano un freno a questi atti. Servono maggiori controlli e progettualità in capo alle singole amministrazioni che sono tenute a tutelare tutte e tutti i cittadini e le cittadine. Non sappiamo ancora come si evolverà la vicenda, tuttavia come sempre siamo disponibili ad offrire supporto legale e psicologico alle vittime”.

Chiara Reale