| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Sabato 26 Settenbre 2020




Lib(e)ri

Libri su due ruote per i giovani 

libri-a-bordoLibri come veicolo di libera cultura e libera scuola, di incontri e scambio diretto tra i giovani. Per un mese ilprimo Informagiovani itinerante della città di Napoli, un Bus Vetrina voluto dall'assessore ai Giovani, Alessandra Clemente, porterà nelle piazze "Lib(e)ro Scambio". E a Natale, Napoli avrà il primo “Albero libro”.

video

26 settembre dalle ore 15.00 alle ore 19.00 Ponticelli – Parco De Simone.
27 settembre dalle ore 10.00 alle ore 16.00 San Giovanni – via Atripaldi
3 ottobre dalle ore 15.00 alle ore 19.00 Secondigliano – Parco Gaetano Errico
4 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 16.00 Piazza del Gesù
10 ottobre dalle ore 15.00 alle ore 19.00 Monte S. Angelo – Università
11 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 16.00 Barra – via Mastellone
17 ottobre dalle ore 15.00 alle ore 19.00 Scampia – viale della Resistenza
18 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 16.00 Soccavo – via Tevere
24 ottobre dalle ore 15.00 alle ore 19.00 Capodimonte – piazza Lieti
25 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 16.00 piazza Dante

Tenete a mente queste e date e questi luoghi. Cercate i libri che vi hanno fatto diventare grandi. O anche un solo libro del cuore e portatelo in piazza o in strada, per scambiarlo, per parlarne, per condividere un pezzo della vostra vita, per regalare ad bambino o ad un ragazzo con meno possibilità economiche la libertà di leggere e di studiare.
E’ stato presentato questa mattina, di giovedì 25 settembre alle 12.00 in piazza Municipio, nel  camper trasparente dell’Informagiovani un progetto che vuole far partire, sottolineato dalla geniale grafica dei libri con le ruote, l’idea di una cultura più libera per tutti e più diretta, non mediata dalla virtualità.
Non è un caso che le tappe del "Lib(e)ro Scambio" siano state fissate nel delicato ed importante momento dell'inizio dell'anno scolastico e del reperimento dei libri di testo, per sostenere i giovani e le loro famiglie. Promosso nell'ambito dei Piani Territoriali Giovani della Regione Campania, il progetto è realizzato insieme a Publipeas s.r.l. e Unione degli Universitari e rivolto agli studenti delle scuole secondarie di I e II grado e gli studenti universitari della città di Napoli. Il coordinamento e la promozione del baratto e dello scambio dei libri è realizzata grazie alla sinergia tra gli assessorati ai Giovani, alla Scuola, alla Cultura, alla Tutela del Consumatore e alla Comunicazione. Collaborano alla realizzazione Publipeas Srl, Federconsumatori e le associazioni studentesche Unione degli Studenti, LINK - Rete degli studenti, Vivi Unina, Larsec, RUN, unite nel sostenere questo progetto speciale.
“Io porterò il Martinez che è stato il libro di diritto costituzionale che ho utilizzato per laurearmi- racconta Alessandra Clemente, assessore ai Giovani del Comune di Napoli che dal suo arrivo a Palazzo San Giacomo ha attivato una serie di progetti rivoluzionari che vedono i giovani protagonisti-. Faccio appello soprattutto ai ragazzi che sono a scuola o all’università che possono portare i loro libri di studio: ad esempio quelli del terzo liceo possono scambiare  i loro libri per prendere quelli di quarto e così via. Vogliamo innescare un meccanismo virtuoso facendo un duplice appello: alle donne e agli uomini di cultura della città a partecipare all’iniziativa, e un appello ad un forte senso di responsabilità degli insegnanti e delle insegnanti a non aggiornare in modo spasmodico i libri scolastici per non penalizzare le famiglie più povere. Perché se io ho un fratello più grande che ha studiato prima di me e mi da i suoi libri, ma quei libri non sono più validi di certo all’inizio dell’anno scolastico vivo un momento di disagio drammatico”.
I libri che non sono stati scambiati contribuiranno a realizzare un immenso albero di Natale dedicato alla cultura, e l’iniziativa potrebbe anche essere da spunto per la creazione di un punto di scambio libri a lungo termine.
“I giovani amano i libri, non è vero che non leggono più- ha dichiarato Annamaria Palmieri assessore all’Istruzione del Comune- il libro deve ritornare ad avere una vita lunga generazione dopo generazione. Sarebbe giusto detassare i libri e fare politiche per favorire l’acquisto dei libri quali bene primario. La provocazione dello scambio di esperienze e di idee vuole portare alla ribalta la cultura della solidarietà contrapposta alla cultura della crisi e della lamentela”.
E questa è solo la prima delle tante iniziative che l’assessorato ai Giovani metterà in campo grazie all’Informagiovani itinerante gestito dal giovane imprenditore Giuseppe Telese che con la sua  Publipeas Srl ha vinto il bando pubblico. “Sono felice- ha detto Telese- che grazie a questa iniziativa diamo a tutti la possibilità di accedere al libro. Sono orgoglioso di essere napoletano e condividere i valori della città”.

AdG

http://www.multimediale.comune.napoli.it/index.php?n=5002

© RIPRODUZIONE RISERVATA

WCT banner
napoliclick
Amicar banner 500

Archivio Napoli Città Sociale