| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Giovedì 12 Dicembre 2019




Primo Piano

Corsa contro il tempo per salvare le Case famiglia

Sodano: “Lavoriamo per ottenere nuovi crediti dalle banche”.

tommaso-sodanoResta appeso a un filo il futuro delle case famiglia di Napoli e dei circa 400 minori  ospitati. Interlocutorio il tavolo tecnico a Palazzo San Giacomo tra operatori e il vice sindaco con delega al Welfare Tommaso Sodano: dalla vendita degli immobili comunali a breve potrebbero partire i mandati di pagamento per un bimestre.

Leggi tutto...

Novanta milioni per il Sociale e Zero in cassa

Report: cause e soluzioni del dissesto finanziario del Comune di Napoli.

welfare-striscione-3Venerdì 12 aprile alle 17.00 in piazza Municipio il comitato “Il welfare non è un lusso” realizzerà un presidio per chiedere conto al Primo Cittadino dei pagamenti arretrati degli operatori del terzo settore e in particolare di quelli per le case famiglia per minorenni. Ma quali sono i fondi a disposizione del Sociale a Napoli? E quali le possibilità effettive di pagare del Comune di Napoli?

Leggi tutto...

Campania maglia nera per la dipendenza da gioco

A Napoli il primo corso per contrastare le ludopatie.

slot-machine-barUn italiano su due gioca d’azzardo. La Campania è la regione in cui si spende di più, in media poco meno di duemila euro pro capite. A dispetto della crisi, o forse in ragione di essa, sono sempre in aumento le persone che sperano nel colpo di fortuna.

Leggi tutto...

C'era una volta l'Edenlandia

In bilico il futuro del parco divertimenti. Lavoratori in presidio.

edenlandia“Il più grande parco divertimenti del Sud”, così si legge ancora sul sito dell'Edenlandia. E' chiuso dal 31 gennaio scorso. Scaduti i termini della curatela fallimentare si attende un bando per l'acquisto. Sfumata la trattativa con la Cleir Leasure che sembrava pronta a investire. “Già stavamo festeggiando”, dicono i lavoratori in presidio ai cancelli d'ingresso per impedire l'intrusione di vandali.

Fotogallery

Leggi tutto...

Dispersione, baby gang e lavoro, l’emergenza negata dell’infanzia

I dati sono allarmanti, ma chiudono le case famiglia.

vincenzo-spadaforaNegli ultimi due anni circa 150 case famiglia hanno chiuso i battenti in Campania, troppo lunghi i ritardi dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni comunali. In alcuni casi si è arrivati a 38 mesi. Impossibile accogliere i minori allontanati dalle famiglie per violenze e abusi. Il garante nazionale per l’Infanzia in visita a Napoli: “Un’urgenza non più procrastinabile”.

Leggi tutto...

Una cittadella del Cinema a Scampia

Dalla discussa fiction Gomorra un’opportunità per il quartiere.

scampiaLa nuova fiction per la tv Gomorra, ispirata al libro di Roberto Saviano e prodotta da Cattleya per Sky, si girerà anche a Scampia. Trovato un accordo tra realtà locali e produzione. Gaetano di Vaio, racconta come dalla collaborazione con i colossi del cinema potrebbe nascere un centro di formazione per le arti del cinema. Mentre non cala l’attenzione sul pericolo che il Cinema strumentalizzi l’immagine del quartiere e della città di Angelo Pisani, presidente della VIII Municipalità, che rilancia: perché non realizzare nuova Città della Scienza nelle vele?

Leggi tutto...

Costruire una famiglia nella regione più povera d’Italia

I dati Eurostat, Censis e Istat e i consigli di una psicologa.

povertaNegli ultimi giorni sono diversi gli appelli al sostegno della Campania e delle sue famiglie. La nostra è la regione più povera del Paese: lo dice l’ufficio statistico dell’Unione Europea, in un report relativo all’anno 2010, reso noto pochi giorni fa;  lo dice anche l’ultimo rapporto Censis sul Meridione,  dove il Sud viene addirittura surclassato dalla Grecia, poiché i livelli di reddito del nostro territorio risultano essere inferiori a quelli della penisola ellenica, 17.957 euro contro 18.454 euro.

Leggi tutto...

Corsa di solidarietà per salvare il Mammut

Ferme le attività del Centro territoriale di Scampia.

mammutLe buone notizie potrebbero venire presto: è in fase di assegnazione il bando comunale Welfare a Scampia, che dovrebbe garantire i finanziamenti per i prossimi due anni. Per ora, però, il Centro Territoriale Mammut, unico presidio della piazza di Scampia che sarebbe dovuta essere dei grandi eventi, ha dovuto sospendere tutte le attività. C’è da appianare un debito di 50 mila euro. Per salvarlo promosse aste benefiche e iniziative pubbliche.

Leggi tutto...

Opg: a Napoli il Gesù e Maria ospiterà gli ex internati

Intanto si va verso la proroga della chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari, prevista per legge entro fine mese.

opgLa chiusura degli Ospedali psichiatrici giudiziari al 31 marzo è ormai una chimera. Le strutture esterne di salute mentale che dovrebbero ospitare gli ex internati sono lontane dall’essere pronte, anche se sono state già individuate. A Napoli centro sarà ristrutturata una parte dell’Ospedale Gesù e Maria.

Leggi tutto...

Educazione criminale, la difficile sfida della scuola

Aumenta la dispersione, poche risorse per gli insegnanti di frontiera

marcia-contro-mafieIl 21 marzo, primo giorno di primavera, si festeggia la Giornata della Memoria in ricordo delle vittime delle mafie. Per il diciottesimo anno la società civile si mobilita perché “non accada mai più”, perché la memoria non sia un ricordo scomodo ma resti viva a segnare il cammino del presente.

Leggi tutto...

Ricostruire Città della Scienza, ricostruire l’identità

Da artisti, scrittori e cittadini l’appello a darsi da fare.

citta-della-scienza-flashmob

L’incendio a Città della Scienza ha riportato la discussione su Napoli e la sua identità. Per tanti, artisti, scrittori, giornalisti ma soprattutto cittadini, quanto successo non va rubricato alla semplice cronaca ma ad una riflessione attenta. Ne parliamo con Maurizio de Giovanni, Angelo Petrella e Federica Castaldi.

Leggi tutto...

Giovani napoletani tra lavoro, studio e disoccupazione

Come vivere, crescere e formarsi nonostante tutto.

giovani-disoccupati-manifestazioneTre milioni di disoccupati, la maggior parte giovani: questi i dati dell'Istat per il primo mese del 2013. Un quadro per nulla confortante del contesto lavorativo in Italia che si complica se guardiamo all'intero 2012: in un anno la crescita dei disoccupati è di oltre mezzo milione e la situazione peggiore riguarda sempre la fascia giovanile dove il tasso di disoccupazione raggiunge il 38,7%. Oltre i dati ci sono le persone: come vivono i giovani napoletani?

Leggi tutto...

Chi sono gli uomini che ammazzano le donne?

Il femminicidio come prodotto culturale e la mancata prevenzione.

femminicidioNel 2012 sono state 124 le donne uccise da uomini. Solo in Campania le vittime sono state 19. La conta tragica dei femminicidi, analizzata nell’annuale rapporto della Casa delle donne di Bologna, fotografa una strage senza tregua. Abbiamo chiesto a esperti del settore se è identificabile un profilo tipo dell’assassino e del molestatore: “Approccio sbagliato, è un problema radicato nella cultura - la risposta unanime - Italia in ritardo sulle politiche di prevenzione”. E iniziano a nascere i primi gruppi di auto riflessione al maschile.

Leggi tutto...

Città della Scienza

Il lutto dei lavoratori dello Science Center distrutto.

citta-della-scienza-rogoCon Città della Scienza oggi sembra morire non solo uno dei poli di divulgazione culturale più importanti d’Italia, non solo la possibilità di migliaia di bambini napoletani di appassionarsi  alla scienza in modo divertente, muore anche un modo diverso di lavorare e di formarsi. Umano, stimolante, creativo. Per questo i lavoratori non si arrendono e nonostante la tragedia si danno manforte per ripartire.

Leggi tutto...

Disabili, nasce il Centro ricerca per l’Accessibilità

Dovrà vigilare sull’abbattimento delle barriere architettoniche 

peepul-feb-2013Sono ancora tanti, troppi, gli spazi pubblici e privati inaccessibili a Napoli. Per cercare di invertire la tendenza è stato attivato il Centro di ricerca operativa sull’accessibilità (Croasp), frutto di un protocollo d’intesa firmato da Comune, Università, ordini professionali e associazioni.

Leggi tutto...

L’impegno sociale che fa paura alla criminalità

Dopo “L’Uomo e il Legno” anche “Il Tappeto di Iqbal” subisce atto intimidatorio.

ll-Tappeto-di-IqbalAtti vandalici e intimidatori, furti vigliacchi ai danni di realtà sociali attive nei difficili territori della periferia napoletana. A metà gennaio 2013 era toccato a “L’Uomo e il Legno”, cooperativa di Scampia. A distanza di un mese è la volta de “Il tappeto di Iqbal”. Realtà sociali già messe a dura prova dalla mancanza di fondi e di strutture diventano facile bersaglio della criminalità.

Leggi tutto...

“Senza Piano sociale cittadini abbandonati”

L’appello del Terzo settore al governatore.

piano-sociale-di-zonaI termini legali per l’approvazione da parte della Regione del Piano sociale di Zona, documento fondamentale per le prestazioni socio assistenziali, sono scaduti da quasi cinque mesi. Tanti i comuni che hanno dovuto interrompere i servizi per anziani, disabili e minori.

Leggi tutto...

One Billion Rising, contro la violenza anche per Giuseppina

L'assessore Tommasielli: “Il Comune si costituirà parte civile”

one-billion-rising

L'One Billion Rising è un evento mondiale contro la violenza sulle donne, tenutosi anche a Napoli nel giorno di San Valentino. In piazza anche Alessandra Clemente e Giuseppina Tommasielli: hanno ricordato Giuseppina di Fraia, la donna uccisa dal compagno, e dichiarato che il Comune si costituirà parte civile nel processo per uxoricidio.

Video

Leggi tutto...

Quotidianamente violato il diritto alla salute

Con la Card della Salute verso una Sanità Solidale.

tommasielli-card-saluteLa scure dei tagli della Regione e della Asl, piegate sotto il peso del piano di rientro, sta compromettendo seriamente il diritto alla salute dei cittadini. L’Assessore alla Salute del Comune di Napoli Giuseppina Tommasielli traccia un quadro sconcertante in occasione della presentazione della “Card della Salute”.

Leggi tutto...

Dossier Caritas, Campania sempre più povera

Per la prima a chiedere aiuto più italiani che migranti.

poveri-caritasIn sei anni il numero di persone che si rivolgono ai Centri d’Ascolto della Caritas campani per chiedere cibo, vestiti, medicine e un posto dove dormire è raddoppiato: si è passati dai 4mila utenti del 2008 agli 8.504 attuali. Per la prima volta il numero di italiani, che ha raggiunto il 56 percento del totale, ha superato quello dei migranti.

Leggi tutto...

Notizie

agendo 2020 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
napoliclick
amicar 500

Archivio Napoli Città Sociale