| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Mercoledì 5 Agosto 2020




Un progetto con adolescenti, famiglie e scuola

family-due-con“Due Con”  è un’associazione presente sul territorio da 10 anni: il suo lavoro è rivolto alla famiglia nelle diverse fasi del ciclo di vita – dalla coppia, ai genitori, al bambino, all'adolescente -  e strutturandosi come un centro polivalente  e multidisciplinare. Oggi propone un’interessante confronto su uno degli aspetti più discussi nei nuclei familiari: l’utilizzo di internet.

Nell’ambito della Quinta edizione della Settimana del Benessere Psicologico , infatti, il gruppo ha pensato bene di focalizzare l’attenzione sul mondo giovanile, con un incontro dal titolo “Internet, Discoteca e Volontariato”  che mette in relazione figli e genitori. L’incontro, che ha il patrocinio della I Municipalità e dell’Ordine Psicologi della Campania vede un dibattito aperto tra insegnanti, genitori e cittadini che il 20 novembre alle 16 nella Scuola Media Statale "Carlo Poerio"  di Corso Vittorio Emanuele 124 discuteranno di scelte giovanili tra fuga, libertà e ricerca d'identità: il mondo emotivo dei ragazzi e il progetto educativo  pensato per loro sono, infatti, in relazione strettissima, al punto che quando ci sono difficoltà di comprensione reciproca, la figura di uno psicologo consulente potrebbe risultare di sicuro aiuto.  Se un vademecum per la famiglia perfetta non esiste, l’ipotesi di tracciare un percorso comune che veda la collaborazione di tutti gli agenti che la compongono, compresa la scuola, è allora da tenere presente per mettere in relazione i ragazzi e i loro bisogni, espressi in diverse modalità - spesso anche conflittuali - il ruolo dei genitori che si trovano loro malgrado confinati nella parte dei “controllori” e quello degli insegnanti che si trovano a relazionarsi con entrambi e con un impegno fondamentale: quello di formare gli adulti, i genitori del futuro.

Flaviana Coviello, psicologa, psicoterapeuta e mediatrice familiare di “Due Con” che interverrà anche all’incontro del 20, spiega “Mai dare la priorità solo ai bambini o solo agli adulti: bisogna metterli in relazione”. In questo senso le attività dell’associazione risultano di supporto sia nella costruzione di un dialogo reale, fatto non solo di parole ma di azioni che vanno oltre i bisogni materiali come possono essere il far da mangiare, provvedere al vestiario e al rendimento scolastico di un ragazzo, o, all’inverso, portare a casa buoni voti e aiutare nelle faccende di casa. Sviluppare un discorso comune in cui i genitori, adulti e  ragazzi  possano rappresentare reciprocamente un punto d’accesso ad un mondo distante e a volte difficile da comprendere è una strada da tentare e costruire assieme. A chi vuole farlo, “Due Con” offre il suo sostegno: si riceve dal lunedì al venerdì, su prenotazione, in via Santa Brigida, 79 (tel. 081.2514011 - segreteria@centroduecon.it)

RRF

© RIPRODUZIONE RISERVATA

WCT banner
napoliclick
Amicar banner 500

Archivio Napoli Città Sociale