| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
venerdì 2 Dicembre 2022




Impresa Poggiomarino, Afro Napoli primo ko in trasferta

Poggiomarino partitaUn piccolo incidente di percorso da cui trarre qualche insegnamento positivo non tanto per il prosieguo (vincente) in campionato ma per il futuro: mai abbassare la guardia specie se ti chiami Afro Napoli e sei diventata campione dopo aver dominato un intero girone B di Promozione con la consapevolezza che il tuo destino è trionfare.

Su un campo ai limiti della praticabilità con alcune pozzanghere vistose e sotto una pioggia fastidiosa la squadra di mister Ambrosino frena la sua corsa nel torneo cedendo il passo al Poggiomarino al termine di una gara in cui le grandi motivazioni dei padroni di casa di battere la prima della classe hanno fatto certamente la differenza. E’ un tonfo ininfluente per i leoni ai fini della classifica ma che fa rumore solo per il semplice fatto che si tratta della prima sconfitta esterna in campionato dei multietnici dopo 17 risultati utili consecutivi. L’Afro Napoli fa un passo indietro sul piano del gioco e del carattere ma il calo di tensione si può ritenere fisiologico e parzialmente comprensibile dopo aver consumato fiumi di inchiostro e aver scritto una delle pagine più belle della sua storia con la conquista dello sbarco in Eccellenza nella prossima stagione. Che la squadra non riesca a smaltire i veleni della sindrome da pancia piena lo si capisce proprio nell’azione del goal del Poggiomarino quando Peppe De Fenza, il miglior centrale del campionato insieme a Velotti, svirgola malamente la palla favorendo l’ingresso in area di rigore di Guadagno che solo dinanzi a D’Errico non può sbagliare al 12’ della seconda frazione di gioco. Il numero 1 biancoverde un minuto prima si esibisce in tre provvidenziali parate sbarrando la strada al Poggiomarino. L’unica vera occasione per Velotti & Co. di riaprire il risultato è al 47’ quando il tiro velenoso di Suleman rimbalza sotto gli occhi di Prete che blocca in due tempi. Mister Ambrosino a fine partita è arrabbiato per il risultato e si trincera dietro un silenzio assordante: questi sono tutti i tratti caratteristici appartenenti solo agli allenatori vincenti che pretendono sempre il massimo dai propri calciatori senza alcun alibi per le sconfitte. I giocatori dell’Afro Napoli si ritenessero soddisfatti e fortunati di essere allenati da un simile condottiero.

REAL POGGIOMARINO-AFRO NAPOLI UNITED: 1-0

REAL POGGIOMARINO: Prete, Ferrara, De Rosa, Perone (32’st Nunziata), Parlato, Falco, Balzano, Desiderato (20’st Casalino), Guadagno (32’st Crisantemo), Agnello, Lucarelli (37’st Longobardi). All. Teta.

AFRO NAPOLI UNITED: D’Errico, Gargiulo (39’st Marigliano R.), Velotti, De Fenza, Acito (24’st Iervolino), Rinaldi (21’st Soares Aldair), Marigliano F., Maradona Jr (35’pt Suleman), De Oliveira Anderson, Redjehimi, Arcobelli (20’st Jatta). All. Ambrosino.

ARBITRO: Cetrancolo di Frattamaggiore.

RETI: 12’st Guadagno.

NOTE: Ammoniti Lucarelli, Casalino, Gargiulo. Espulso Teta.

Alessio Bocchetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

agendo 2023 banner
Prenota la tua copia inviando una e-mail a comunicazione@gescosociale.it
tiSOStengo
unlibroperamico
selvanova natale 2020 banner
WCT banner
gesco 30 anni
napoliclick
Amicar banner 500

Archivio Napoli Città Sociale