| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Mercoledì 12 Dicembre 2018




A Napoli lo Sportello di ascolto per il Disagio Lavorativo

Lo psichiatra Giovanni Nolfe: “Le persone vivono la perdita del lavoro come un lutto”

20170713Uno sportello di ascolto e orientamento sulle tematiche del lavoro e del disagio ad esso legato, dal mobbing allo spettro di diritti/doveri dei lavoratori (e datori di lavoro), passando per la materia più squisitamente contrattuale.

Nasce a Napoli lo “Sportello di ascolto per il Disagio Lavorativo”, promosso dalla Cisl Campania, dalla FP Cisl Campania e dalla Federazione Cisl Medici Campania, una vera e propria porta di accesso al sistema dei diritti e dei servizi presenti sul territorio, frutto del protocollo “Noi nel nostro Welfare” firmato nella sede della Cisl Campania attraverso cui il sindacato regionale si impegna a fare da “sentinella del bisogno” anche fuori dall’ambito contrattuale.

Inaugurato ieri, 12 luglio 2017, nella sede regionale della FP Cisl in via Cisterna dell’Olio a Napoli e sostenuto dalle rappresentanze campane di Cisl, FP Cisl e Federazione Cisl Medici, lo sportello mira a fare da osservatorio raccogliendo le segnalazioni e rilevando le criticità dei servizi riscontrate dai cittadini per potere migliorare gli stessi servizi e, di conseguenza, potenziare le risposte ai bisogni del territorio. Il centro d’ascolto offrirà assistenza legale e informazioni su tematiche come casa, anziani, disabilità, famiglia, immigrati, minori, pari opportunità, sanità e servizi sociosanitari.

“Lo scopo – spiega la responsabile alle Politiche Sociali di Cisl Campania Melicia Comberiati  –  è mettere la persona al centro nella sua territorialità. Lo sportello è rivolto a chi lavora o chi ha perso il posto di lavoro e si trova in una particolare situazione di disagio lavorativo. Ogni caso sarà esaminato da figure professionali che hanno competenze specifiche nel settore”.

Giovanni Nolfe, psichiatra  e coordinatore responsabile della Struttura Centrale di Psicopatologia da Mobbing e Disadattamento Lavorativo dell’Asl Napoli 1, ha portato ad esempio alcuni dati: “Nel corso di questi anni abbiamo esaminato almeno 3000 cartelle di pazienti. Le persone che perdono il lavoro vivono una depressione, tipica di chi esce da un’esperienza di lutto e di perdita del proprio significato esistenziale”.

Lo sportello sta in via della Croce Rossa a Napoli, presso la Struttura di Psicopatologia da Mobbing e Disadattamento Lavorativo dell’Asl Napoli 1.