| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Martedì 23 Ottobre 2018




“Arteteca ludoteche museali” contro la povertà educativa

Arteteca LudotecheÈ in programma per martedì 15 maggio alle 15, presso la Casa delle Arti e dei Mestieri Pio Monte della Misericordia (in via Tribunali 253) il convegno di apertura di “Arteteca Ludoteche museali”,  un progetto selezionato dall’impresa sociale “CON I BAMBINI” nell’ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

L’occasione per un confronto sul problema nazionale, straripante in Campania, della povertà educativa minorile e sulle innovazioni sociali utili ad affrontarla, come quella proposta da Arteteca: valorizzare il patrimonio storico-artistico attivando gli stakeholder pubblici e privati che compongono la comunità educante.

Sono vari i punti di vista che saranno sviscerati. Il prof. Marani e la dott. Parenti (Università di Napoli L’Orientale/Economia) offriranno un inquadramento socioeconomico mentre la prof Morilicchio (Univ. Federico II/Sociologia) descriverà le dinamiche e le trappole della povertà educativa. Il prof. Guarino e la dott. Continisio (Scuola di Pediatria, AUO Federico II) evidenzieranno le connessioni tra condizioni socioeducative e salute del bambino. La prof De Biase, dirigente scolastico nel Cilento, racconterà una sperimentazione educativa basata su ecologia e radici territoriali.

Concluderà Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione Con Il Sud e dell’impresa sociale CON I BAMBINI, illustrando la strategia di intervento nazionale sul tema. “I comuni delle province campane sono tra quelli in cui mancano i più elementari servizi per la prima infanzia a scapito del cospicuo numero di minori di età compresa tra 0-2 anni: la Campania è la seconda regione d’Italia con più bambini (159mila). Napoli è la città che, insieme a Palermo e Catania, registra la presenza più significativa di minori 0-2 anni. Le carenze sono quindi importanti se si pensa a quanti bambini non hanno la possibilità di frequentare un asilo nido, una ludoteca, o a quanti che non hanno accesso ai servizi di base necessari alla loro crescita psicofisica” commenta Borgomeo.

La sfida è generare buone pratiche per il contrasto alla povertà educativa, coinvolgendo non solo le scuole ma le intere comunità del territorio. Incaricata dell’attuazione degli interventi è l’impresa sociale Con i Bambini, interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. Finora sono stati pubblicati tre bandi: Prima Infanzia (0-6 anni), con 80 progetti approvati – tra cui Arteteca - per un importo complessivo di 62,2 milioni di euro; Adolescenza (11-17 anni), 86 progetti approvati per 73,4 milioni di euro e Nuove Generazioni (5-14 anni), per il quale sono pervenute 432 proposte progettuali.

Il progetto di Arteteca è per i bambini e le famiglie. Coinvolti duecento bambini 3/6 anni, residenti nella IV Municipalità di Napoli o a Santa Maria Capua Vetere. I piccoli destinatari versano in una condizione di povertà educativa. Arteteca supporta anche le famiglie, attraverso: un servizio di minibus; tirocini formativi retribuiti destinati ad alcuni genitori con forte disagio economico; uno screening pediatrico teso a individuare criticità psico-fisiche; apporti volontari e mutualistici stimolati presso famiglie di diversa estrazione socioculturale. I partner di Arteteca: Cora Napoli onlus, MiBACT/Polo Museale della Campania, Comune di Napoli, Pio Monte della Misericordia, Scuola Pediatria Univ. Federico II, Fondazione Banco Napoli Assistenza Infanzia, Human Foundation, Città Irene, A Ruota Libera, Con La Mano del Cuore, Le Nuvole.

Le ludoteche museali nasceranno presso: il Pio Monte della Misericordia, nel Centro Storico di Napoli, e presso l’Anfiteatro Campano e Museo dell’Antica Capua di Santa Maria Capua Vetere.  Queste integrano e supportano la didattica museale dei siti coinvolti, quindi sono fruibili anche da parte di bambini che arrivano con la scuola e per le famiglie di turisti e residenti, ponendosi come servizio a valore aggiunto dei luoghi d’arte.

Un servizio che resterà attivo anche oltre i 30 mesi previsti. Le ludoteche sono aperte sei giorni a settimana (18 ore), dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18; sabato o domenica dalle 10 alle 13. Le attività si articolano in tre laboratori annuali di 6 ore a settimana: manipolazione e disegno; teatro; motricità. Ogni bambino viene associato ad uno o più laboratori in base ad un Progetto Educativo Individualizzato (PEI) che viene redatto in collaborazione con la famiglia, la scuola, i servizi socioeducativi territoriali, le altre agenzie educative. I laboratori della ludoteca di Napoli hanno, ciascuno, fino a 25 iscritti; quelli della ludoteca sammaritana: fino a 15. La partecipazione è gratuita, ma condizionata al possesso di alcuni requisiti.

Tutti i bambini che frequentano le ludoteche museali Arteteca sono residenti nella IV Municipalità del Comune di Napoli o nel Comune di Santa Maria Capua Vetere; hanno un’età compresa tra i 3 e i 6 anni (7 non compiuti). Nel caso ci fosse un numero di adesioni maggiore della capienza delle ludoteche, si procederà a una selezione basata sui seguenti requisiti, il cui possesso va dichiarato al momento dell’iscrizione compilando l’apposito modulo di domanda qui allegato: ISEE inferiore a 12mila euro; segnalazione da servizi socio-educativi territoriali; non iscrizione a scuola o frequenza scolastica discontinua o caratterizzata da Bisogni Educativi Speciali; mancata partecipazione ad altre attività extrascolastiche.