| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube

L’esercito di Terracotta per Tutti, a Napoli!

Esercito di Terracotta 4Ci sono persone che in Cina non ci andranno mai, perché costa troppo, perché sono anziane o hanno una disabilità o magari hanno paura di volare. Per loro e non solo, “L’esercito di Terracotta” è giunto a Napoli, riprodotto alla perfezione in una meravigliosa e imperdibile mostra che sarà visibile fino 28 gennaio nella Basilica dello Spirito Santo, in via Toledo 402 .

Direttamente a Napoli tutti i giorni dalle 10 alle 20 (ultimo ingresso ore 19) si potrà effettuare un viaggio straordinario nell’Antica Cina di 2.200 anni fa attraverso l’esposizione più completa mai creata sulla necropoli, sulla vita del Primo Imperatore e sull’esercito di Terracotta.  Grazie alle 300 perfette riproduzioni tra statue – oltre 170 soldati -, carri, armi e oggetti la mostra “L’esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina” trasmette l’emozione della VIII meraviglia del Mondo situata nella provincia di Xi’an.

Accessibile a tutti, anche alle persone con disabilità che verranno agevolate nel salire i pochi gradini di ingresso, l’esposizione si può definire “sociale” perché consente di “andare” in Cina restando a Napoli a chi altrimenti non avrebbe la possibilità di vedere l’esercito di terracotta. La mostra si dipana per i 1800 metri quadrati della suggestiva Basilica dello Spirito Santo, chiesa che nasce dal reciproco intrecciarsi di tre corpi di fabbrica, quello della Chiesa, iniziata poco prima del 1562, su approvazione di Papa Pio IV, del Conservatorio delle fanciulle povere e del Banco, dovuti ad un’unica istituzione che ne determinò la fondazione: la Confraternita, poi detta dello Spirito Santo.

Attraverso fotografie, pannelli, filmati e riproduzioni degli artigiani all’opera viene spiegato concretamente come venne realizzato l’esercito in terracotta destinato a servire  il primo imperatore cinese Qin Shi Huang (260 a.C. - 210 a.C.) nell'Aldilà. Le riproduzioni dei soldati sono ricavate dagli unici calchi esistenti, frutto del lavoro e delle attente rifiniture di artigiani cinesi della regione dello Xi’An, che portano avanti la grande tradizione dell’arte orientale. La spettacolarità delle statue è esaltata anche da un’installazione luminosa con inserti audiovisivi, creata per la mostra. La storia della dinastia imperiale nonché la storia del ritrovamento dell’esercito è spiegata in modo semplice e chiaro mettendo in dialogo più piani narrativi sullo stesso percorso espositivo.

Esercito di Terracotta 1

Nel marzo del 1974, un contadino di nome Yang Zhifa rinvenne, durante lo scavo di un pozzo, delle fosse sepolcrali contenenti statue in terracotta di soldati in armi con tanto di carri e cavalli. Il fortuito rinvenimento dette origine agli scavi che permisero di rinvenire il mausoleo di Shi Huangdi, sino ad allora ritenuto scomparso. L'esercito è composto da riproduzioni di guerrieri in terracotta, vestiti con corazze in pietra e dotati di armi, poste di guardia alla tomba dell'imperatore Chin Shi Huang. Di queste statue sono state riportate alla luce circa 8000 guerrieri, 18 carri in legno e 100 cavalli in terracotta. Da allora molti archeologi hanno lavorato al ritrovamento di oltre 50.000 oggetti che testimoniano una civiltà brillante ed inventiva. L’intero esercito è una replica fedele dall'armata che aveva contribuito a unificare la Cina. Nel 1987 il mausoleo dell'imperatore Qin Shi Huang, di cui l'esercito di terracotta fa parte, è stato inserito nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

Esercito di Terracotta 2

La Mostra realizzata da LiveTree, giovane società di comunicazione che, in collaborazione con il gruppo Best e Vivaticket, è entrata nel mercato degli eventi acquisendo diritti di mostre internazionali, è strutturata con la finalità di coinvolgere lo spettatore attraverso il climax degli effetti scenografici e delle suggestioni dalla sala della storia, fino a quella dove sono esposte le varie tipologie di soldati e i carri trainati da cavalli, fino all’ultimo grande spazio dove c’è la riproduzione perfetta di una porzione del fossato originale dove è stato trovato l’esercito. Come essere catapultati nel bel mezzo dello scavo.

Al di sopra delle aspettative. Imperdibile.  

Alessandra del Giudice 

Biglietti: BIGLIETTI AL BOTTEGHINO​ ​ Adulti: 12 euro Ridotto: studenti (studenti 14-26 anni), over 65, disabili, carta Feltrinelli: 10 euro Bambini e ragazzi (dai 4 ai 13 anni): 8 euro Fino a 3 anni ingresso gratuito. BIGLIETTO FAMIGLIA ​da 4: 2 adulti + 2 bambini: 32 euro Famiglia da 5: 2 adulti + 3 Bambini: 38 euro ​ PRENOTAZIONE GRUPPI, SCUOLE E UNIVERSITA’ ​ Per i servizi di prevendita va aggiunta una commissione di € 1 iva inclusa per ogni biglietto GRUPPI (15 persone o più – prevendita obbligatoria). Tel. 892 234 - gruppi@bestunion.com

Foto di Copertina: Mario Zifarelli