| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube
Lunedì 21 Gennaio 2019




Suleman non basta, l’Afro Napoli bloccata in casa dall’Albanova

SulemanBotta di Suleman, risposta di Nucci. Questo è il verdetto, in soldoni, emesso dal Vallefuoco: nella prima partita del girone di ritorno del campionato di Eccellenza, girone A, l’Afro Napoli pareggia in casa contro l’Albanova al termine di una partita maschia dove non si denotano particolari sussulti di spettacolo.

L’ultima contesa del 2018 è inoltre vibrante dal punto di vista dell’intensità e della tenuta fisica. Buona la prova dei leoni al cospetto della squadra di Sarnataro, determinata e per nulla intimidita. I calciatori di entrambe le squadre sembrano dei lottatori greci all’interno dell’arena mugnanese e danno vita a continui capovolgimenti di fronte con duelli rusticani che si consumano audacemente in ogni angolo del rettangolo verde.

Se il primo tempo dell’Afro Napoli, priva di capitan Velotti per squalifica e sostituito da De Giorgi, è quantomeno macchinoso nonché difficile gran parte del merito va anche agli avversari che alzano il baricentro, chiudono tutti i varchi e badano a non concedere spazi. Nella prima frazione di gioco i leoni, apparsi meno brillanti del solito, costruiscono l’unica vera occasione potenziale al minuto 18: Dodò mette su un piatto d’argento sull’out di sinistra una palla deliziosa per Liguoro che arriva sul fondo e scodella un assist perfetto per Marigliano che a botta sicura conclude ma il suo tiro viene murato da Signore che evita il peggio.

Nello spogliatoio mister Ambrosino si fa sentire per motivare i suoi nel migliore dei modi e la compagine multietnica entra sul rettangolo verde col piglio giusto e con una consapevolezza diversa. La carica motivazionale del tecnico biancoverde sembra funzionare visto che Dodò, capitano di giornata, e compagni producono il primo pericolo al 1’: De Giorgi sulla fascia destra mette in mezzo una palla ad hoc per Sogno che si esibisce in mezza sforbiciata e per poco non trova lo specchio della porta.

L’Afro Napoli è tambureggiante, ritrova gli automatismi di un tempo e riconquista campo: sugli sviluppi di un’azione di contropiede i padroni di casa salgono in cattedra e sbloccano il punteggio al 12’ con una conclusione potente e precisa di Suleman che finisce alle spalle dell’estremo difensore avversario. A questo punto sembra che tutto fili liscio per la società del presidente Gargiulo ma proprio nel suo momento migliore ha però incassato il pari. L’ha realizzato Nucci sei minuti dopo, indisturbato, che entra in area di rigore e con una fucilata supera Riccio. Babù sull’out di destra manda all’esasperazione due giocatori dell’Albanova, si accentra e tira ma la sua conclusione non è degna di nota. Successivamente Liguoro con una rovesciata magistrale anticipa in area Perna appostato lì per creare qualche grattacapo di troppo. Riccio, in pieno stile Neuer, dimostra tutta la sua sicurezza nei propri mezzi quando si concede il lusso di superare con una finta prodigiosa Nucci. De Giorgi al 43’ toglie le castagne dal fuoco giacché a porta sguarnita toglie un gol a pallonetto di Capone con un intervento super deviando in corner.

L’Afro Napoli però non trema e continuando a crederci nel finale è andata vicinissima alla vittoria: nel secondo minuto di recupero Babù su punizione pesca alla perfezione D7 che scappa sulla sinistra e la mette in mezzo alla ricerca di qualcuno e De Giorgi, in spaccata, fallisce il match point e non arriva sulla sfera per una questione di centimetri.

La squadra di mister Ambrosino si colloca al sesto posto in classifica con 27 punti, frutto di sette vittorie, sei pareggi e tre sconfitte.

AFRO NAPOLI UNITED-ALBANOVA: 1-1

AFRO NAPOLI UNITED: Riccio, Gargiulo, De Giorgi, De Fenza, Liguoro, Marigliano, Olivieri (33’st Redjehimi), Suleman, Babù, Sogno, Dodò. All. Ambrosino.

ALBANOVA: Di Mauro, Ciano, Capitelli, Maturo (39’st Gatta), Fiorillo, Signore (14’st Perna), Lepre (27’st Signorelli), Folliero (45’st Riggio), Nucci, Della Corte (20’st D’Ambra), Capone. All. Sarnataro.

ARBITRO: Illiano di Napoli.

RETI: 12’st Suleman, 18’st Nucci.

NOTE: ammoniti De Fenza, Capone, Marigliano, D’Ambra, Capitelli.

Alessio Bocchetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA